Risiko, Amundi tratta in esclusiva per avere Lyxor

Pieremilio Gadda
Pieremilio Gadda
7.4.2021
Tempo di lettura: 3'
L'asset manager del gruppo Crédit Agricole ha annunciato l'avvio di negoziati esclusivi con Société Générale per l'acquisizione della società specializzata nei prodotti passivi, con masse pari a 124 miliardi di euro

L'operazione consentirà al gruppo Amundi di diventare leader in Europa nel mercato dei fondi passivi, con 142 miliardi di euro e una quota del 14%

Amundi è già tra i primi 10 asset manager a livello globale, con masse pari a 1700 miliardi di euro

Con una nota, Amundi ha annunciato l'avvio di trattative esclusive con Société Générale per l'acquisizione di Lyxor a un prezzo di 825 milioni di euro.
L'operazione, che dovrebbe concludersi entro il febbraio del 2022, previo via libera dei regolatori e delle autorità anti-trust, consentirebbe alla società di gestione del risparmio del gruppo Crédit Agricole, tra i primi 10 asset manager a livello globale, con masse pari a 1700 miliardi di dollari (al 31 dicembre), di diventare leader nei fondi a gestione passiva, conquistando una quota del 14% del mercato europeo, a fronte di masse pari a 142 miliardi.
Nata nel 1998, Lyxor negli ultimi 20 anni è sempre stato uno dei player di riferimento nell'industria degli etf, che cresce più rapidamente rispetto alla gestione attiva e in alcuni segmenti – ad esempio l'azionario Usa - ha già da tempo realizzato il sorpasso in termini di masse sui fondi attivi. Oltre al business dei “replicanti”, Lyxor ha sviluppato una piattaforma di investimenti alternativi che vale 47 miliardi di euro.
“L'acquisizione di Lyxor accelererà lo sviluppo di Amundi, rinforzando le nostre competenze, specialmente nel segmento degli Etf e della gestione alternativa”, ha dichiarato Yves Perrier, ceo di Amundi.
“L'operazione è perfettamente in linea con la strategia di consolidamento del gruppo Crédit Agricole e avrà l'effetto di rinforzare ulteriormente la relazione commerciale con il nostro storico partner Société Générale”.

Secondo Perrier, la nascita in Francia del leader della gestione passive, contribuirà a valorizzare la centralità di Parigi come centro finanziario europeo, dopo il divorzio di Londra dall'Ue.
Direttore del magazine We wealth direttore editoriale della redazione di We Wealth. Nato a Brescia, giornalista professionista, è laureato in Relazioni Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano. Nel passato ha coordinato la redazione di Forbes Italia e Collabora anche con l’Economia del Corriere della Sera e Milano Finanza.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti