Morgan Stanley: è Clare Woodman la prima donna capo in Europa

Tempo di lettura: '
Il 1 Maggio, Morgan Stanley ha nominato Clare Woodman nuovo capo della divisione Europa, Medio Oriente e Africa, diventando così la prima donna a guidare l'unità, mentre il gruppo si prepara alla Brexit

Il 1 maggio Clare Woodman viene nominata capo di EMEA

La sua promozione apre nuove prospettive per le donne nel settore dell'investment banking

La Woodman diventa una figura chiave nelle strategie di ammortamento dell'effetto Brexit sulle operazioni londinesi

Quote rosa per Morgan Stanley. Il gigante di Wall Street è infatti la prima grande azienda bancaria a portare una donna alla carica di più alto rango in Europa, nominando il 1 maggio Clare Woodman capo di EMEA. Da tempo figura femminile di alto profilo nel Regno Unito, nel suo ruolo di direttore operativo del gruppo dei titoli istituzionali di Morgan Stanley, la sua promozione apre nuove prospettive per le donne nel settore dell'investment banking londinese, dominato dagli uomini.

La società ha annunciato la promozione privatamente, attraverso un memorandum interno inviato al personale da James Gorman, presidente e amministratore delegato, e fatto trapelare successivamente dal Financial News. Nonostante la sua nomina sia ancora soggetta ad approvazione regolamentare, la Woodman sostituirà Rob Rooney, già capo delle operazioni di Morgan Stanley a Londra dal 2016, che si trasferirà a New York nel ruolo di head of technology. Qui, supervisionerà la strategia della banca su questioni tecnologiche, tra cui l'intelligenza artificiale e la sicurezza informatica. Nella sua nuova posizione, che diventerà effettiva nelle prossime settimane, Clare Woodman dovrà fare riferimento a Colm Kelleher, presidente di Morgan Stanley. Rob Rooney, invece, farà capo direttamente a Gorman.

La Woodman diviene così una figura chiave nelle strategie di ammortamento dell'effetto Brexit sulle operazioni londinesi. "L'esperienza pluriennale di Clare a Londra e la sua profonda conoscenza dei titoli istituzionali del gruppo, la posizionano in modo univoco a guidare l'azienda, con l'evoluzione della Brexit, nel più grande mercato internazionale ", ha scritto Gorman nel promemoria della nomina.

Clare Woodman è entrata nel mondo finanziario attraverso la carriera legale, iniziando da Morgan Stanley nel 2002 come avvocato del settore bancario e dei derivati. In quel periodo, ha frequentato a tempo pieno la London Business School, conseguendo un MBA. Successivamente ha assunto un ruolo consultivo incentrato sulla gestione dei rischi delle business unit. Per aiutare le donne di Morgan Stanley a realizzare le proprie aspirazioni lavorative, la Woodman ha aiutato a guidare a Londra il programma Women's Business Alliance dell'azienda, il cui scopo è assicurarsi che le donne siano equipaggiate per portare la loro carriera al livello successivo. Clare Woodman è anche membro del consiglio di amministrazione della Morgan Stanley International Foundation, braccio filantropico della società, e della Worshipful Company of International Bankers.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti