Il ruolo delle previsioni in un momento di incertezza

Virginia Bizzarri
Virginia Bizzarri
26.5.2020
Tempo di lettura: 3'
In un periodo in cui le certezze vacillano, le persone hanno bisogno di fare previsioni su scenari alternativi, sui mercati, sui tassi, sull'economia per decidere come allocare i propri risparmi. Diventa dunque importante chiedersi: ci sono indicatori migliori di altri a cui guardare?

Dalla disoccupazione, alla produzione industriale al Pmi: quali indicatori sono utili  per fare previsioni?

L'intervista a Francesco Daveri, professor of macroeconomic practice e direttore del full-time mba alla SDA Bocconi

Ogni volta che sfogliamo un quotidiano economico ci troviamo di fronte a uno o più indicatori che talvolta ci possono anche apparire in conflitto tra loro. Partendo dal pil, che è un buon riassunto dell'andamento dell'economia, di fronte alla variabilità nelle previsioni che caratterizza questo momento storico, come possiamo orientarci nella giungla degli indicatori? Soprattutto in un momento in cui i risparmiatori hanno bisogno di fare previsioni per decidere come allocare i propri risparmi.

 
Francesco Daveri, professor of macroeconomic practice e direttore del full-time mba alla SDA Bocconi, nel corso del live di We Wealth, ha passato in rassegna e commentato il ruolo di diversi indicatori, dai dati sulla disoccupazione, alla produzione industriale, al pmi, spiegando quali sono i più utili a cui guardare per fare previsioni.

Puoi rivedere la diretta qui sotto:
La redazione vi consiglia altri articoli

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti