Risparmi record ed investimenti improbabili

Sferruggia Moira
Moira Sferruggia
19.4.2021
Tempo di lettura: 2'
I ritorni ingiustificati e privi di ogni fondamentale sono solo semplici illusioni e miracoli non perseguibili.

Eppure di casi simili nella storia ce ne sono stati diversi
Di qualche giorno fa la dipartita di Bernie Madoff, protagonista della truffa più colossale della storia, diventata una vera e propria tragedia per molti soggetti coinvolti. 

Mi ha sempre incuriosito questa vicenda. Ricordo benissimo gli anni del 2008/2009 in cui il caso Madoff era nella bocca di molti, anche non affatto sprovveduti, che davano proseliti ad una storia che sembrava il copione di un film Hollywoodiano degno di Oscar. 

I soldi facili non esistono e in finanza ancora meno! I ritorni ingiustificati e privi di ogni fondamentale sono solo semplici illusioni e miracoli non perseguibili. Eppure di casi simili nella storia ce ne sono stati diversi, non ultimo quello domestico del Madoff dei Parioli, solo per citare un nominativo onorato dalla cronaca italiana. 

Chi di voi prima di acquistare una macchina ha visitato più di un salone diventando meccanico esperto? Inoltre prima di acquistare un oggetto elettronico, quanti dispositivi provate? Tanti quanti sarebbero sufficienti a far prendere un diploma di tecnico informatico! 

Perché quando si parla di investimenti invece si valutano soltanto lo 0,3% di alternative (lo dicono le statistiche)? Oltretutto non sempre affidandosi a veri PROFESSIONISTI ma ancora troppo spesso a improbabili Guru della Finanza!
Nei giornali di questi mesi si parla di risparmi record presenti nei conti correnti degli Italiani che hanno raggiunto i livelli più alti di questo secolo. Tali dinamiche sono replicate soprattutto nei paesi dove sono stati implementati i lockdown più severi come in Nord America ed Europa. Solo negli Usa si stima che il risparmio in eccesso delle famiglie abbia superato i 2 trilioni di dollari e questo prima dell'attuazione del mega piano di stimoli fiscali voluto da Biden. Un mare di liquidità che potrebbe alimentare una ripresa dei consumi senza precedenti.

Se i consumatori spendessero circa un terzo dei loro risparmi in eccesso, contribuirebbero all'aumento del Pil globale per oltre 2% per i prossimi due anni. Sono numeri davvero impressionanti se consideriamo anche che gli stimoli fiscali in America saranno pari al 20% del Pil e in Europa pari al 17% del Pil stesso.

Come possiamo beneficiare dell'impatto che tutto questo avrà nelle economie, senza incappare in scorciatoie dai ritorni ingiustificabili? Quali sono le opportunità di tale tema ormai strutturale?

Doveroso è affidarsi a consulenti che, nell'ambito della pianificazione finanziaria, vi accompagneranno nella scelta degli strumenti che permettano di essere lì dove saranno convogliati i risparmi repressi delle famiglie sostenuti ed amplificati dai programmi di stimolo dei governi. Ne parliamo?
Opinione personale dell’autore
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo. WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti