Il compito sociale del consulente finanziario

BELLOTTI MASSIMO
MASSIMO BELLOTTI
23.7.2020
Tempo di lettura: 3'
Il vero compito sociale del consulente finanziario è rappresentato e sviluppato al meglio nell'educazione finanziaria del cliente

Il tema dell'architettura delle scelte è importante

La nuova frontiera sociale è quella di condurre il cliente a sfruttare in maniera più efficiente le opportunità dei mercati finanziari

Nella visione più generale, la figura del consulente finanziario ,viene associata al venditore di prodotti o nella sua accezione più estrema, a presunto guru dei mercati ,in grado di indirizzare a fare scelte giuste.
In realtà, nella visione più olistica di questa figura professionale  emerge che non solo la sua attività è volta a penetrare a fondo nella vita dei clienti per comprenderne i bisogni economico-finanziari, ma anche l'emersione di una visione più emozionale, quali le paure, i desideri, i sogni latenti.

Con questa rappresentazione viene facile attribuire al consulente il ruolo di “sociale”, poiché il contributo in termini di miglioramento del benessere del singolo e più' in generale della società, è tangibile.

Questo ruolo ci attribuisce una potenzialità pazzesca e nello stesso tempo grande responsabilità.

E' evidente che per rappresentare al meglio il ruolo sociale, vanno seguiti criteri e doveri nei confronti del cliente.

In primis proteggere il tenore di vita del cliente. Questo tema è indubbiamente ampio e nel contempo rappresenta la base per costruire una pianificazione finanziaria efficiente.

I rischi cosidetti  puri legati alla premorienza ,all'invalidità ,alla longevità, insieme a quelli più strettamente legati all'attività professionale, fanno emergere come primo dovere sociale per il consulente finanziario, quello di salvaguardare il cliente dal rischio povertà.

In quest'ottica rientrano soluzioni di tipo assicurativo per tutelare la persona ,o soluzioni economico-finanziarie che segreghino il patrimonio del cliente da eventuali fallimenti o contenziosi con i creditori.

Un secondo tema ci porta ad evidenziare che non solo sono in atto cambiamenti socio- demografici, ma una situazione debitoria preoccupante dello Stato.

Vivremo sostanzialmente più a lungo ,con rendite minori e con un welfare sempre meno efficiente e sostenibile.

Pensare ad un Pac o ad un  fondo pensione in grado di generare risorse riducendo il gap rispetto alle politiche redistributive del welfare ,sempre meno efficaci,e un esigenza ormai scontata.

Un ulteriore dovere sociale per il consulente finanziario, è quello di rendere efficienti gli investimenti e utilizzare al meglio i mercati .Si va oltre la tradizionale diversificazione del portafoglio e al monitoraggio del rischio.

La nuova frontiera sociale è quella di condurre il cliente a sfruttare in maniera più efficiente le opportunità dei mercati finanziari con una view di medio-lungo termine.

Sfruttare i mercati significa utilizzare al meglio le dinamiche di crescita dell'economia globale ,stabilizzando e ampliando il proprio potere d'acquisto.

Tuttavia il vero compito sociale del consulente finanziario è rappresentato e sviluppato al meglio nell'educazione finanziaria del cliente.

Questo pensiero si traduce in azione solo quando si crea un rapporto solido. Solo quando si crea un rapporto stretto si possono  modificare le credenze, indirizzando il risparmiatore ad un cambiamento.

Il tema dell'architettura delle scelte è importante e determinante per efficientare al meglio il ruolo sociale del consulente finanziario.
Opinione personale dell’autore
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo. WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti