Riforma del catasto e delle successioni, perché è importante decidere adesso

Tempo di lettura: 3'
Bisogna partire da un dato di fatto: nell'ambito dell'Unione europea stiamo attraversando una fase di armonizzazione dal punto di vista economico e soprattutto fiscale. Questo processo sta portando all'adozione di una serie di riforme strutturali del fisco, che a loro volta significheranno sostanziali cambiamenti per i clienti, per esempio sulle tasse che verranno applicate alla successione di un patrimonio ereditario, mobiliare e immobiliare. Tra le prime riforme messe già in cantiere c'è la riforma del catasto, che presto sarà seguita da quella sulle tasse di successione.

FONDAMENTALE RIVOLGERSI A UN CONSULENTE LUNGIMIRANTE

In questo quadro emerge con forza l'importanza di poter contare su un consulente sempre aggiornato e in grado di prevedere anche le esigenze latenti dei clienti, che molto spesso non sono informati sulle novità normative oppure tendono a sottovalutare i problemi. È quindi fondamentale affidarsi a un professionista capace di avere una visione a lungo termine di ciò che potrebbe impattare i patrimoni in futuro.

PATRIMONI IMMOBILIARI SOTTO ATTACCO 

A essere interessati dalle nuove riforme saranno in particolare i clienti con grandi proprietà immobiliari, che saranno aggredibili sia dalla riforma del catasto, sia dalla probabile prossima riforma sugli asset ereditari. Su questo fronte l'Italia è di fatto un paradiso fiscale in Europa: l'Ue ci sta chiedendo di aumentare le tasse di successione e di diminuire anche la franchigia minima esentasse di un milione di euro. La direzione è tracciata, a maggior ragione perché l'Italia dovrà effettuare interventi importanti sul bilancio pubblico per compensare gli importanti scostamenti messi in atto con le misure adottate per fare fronte alla pandemia. A essere colpiti per primi saranno proprio i patrimoni immobiliari.

AGIRE TEMPESTIVAMENTE 

Per questo diventa fondamentale per i proprietari operare con un consulente che sia in grado di effettuare monitoraggio immobiliare e vada a calcolare con esattezza quale potrà essere l'impatto delle nuove normative fiscali sul patrimonio. È certamente consigliabile agire per tempo, perché l'entità delle tasse sulle donazioni cambierà ulteriormente quando verrà aggiornato anche il catasto.

SFATARE IL MITO DEL MATTONE 

In questo senso un passaggio fondamentale è quello di riuscire a individuare questo genere di esigenze, perché purtroppo la gran parte dei clienti mantiene la convinzione che comprare case sia il modo più sicuro per investire e mettere al sicuro i propri soldi. Non è più così: anzi gli immobili sono proprio i beni sui quali calerà la mannaia del fisco nel brevissimo termine. Nel medio termine, poi, il previsto aumento delle tasse di successione potrà portare alcuni proprietari a dismettere i beni di famiglia per far fronte a queste spese.

I COSTI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE 

Ad esempio, un cliente che ha un solo figlio e tre immobili pagherà un'Imu molto elevata quando sarà in vita, e il suo il patrimonio ereditario supererà di molto il milione di euro. Il che vuol dire che a oggi questo cliente pagherà una percentuale compresa tra il 4% o l'8% sull'aliquota eccedente il milione, ma in futuro, nella peggiore delle ipotesi, l'imposizione potrebbe verosimilmente raddoppiare o triplicare, rimanendo comunque molto al di sotto delle aliquote medie europee. Per far fronte a questo possibile scenario futuro, grazie alla collaborazione con un consulente lungimirante, è possibile ripararsi da tali incursioni fiscali. 

NON VALUTARE SOLO IL PATRIMONIO MOBILIARE 

Diventa così evidente l'importanza di affidarsi a un consulente che conosca strumenti atti a soddisfare tali esigenze, tenendo conto della totalità del patrimonio oggetto della successione. A tal proposito, il patrimonio mobiliare (cioè il denaro) è da considerarsi solo la punta dell'iceberg.

PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE

Proteggere i propri cari e assicurarsi che i beni acquisiti nel tempo, con lavoro e sacrifici, possano sopravvivere al passaggio generazionale e all'aggressione fiscale, è possibile grazie a un'attenta analisi delle esigenze peculiari di ogni cliente.
Opinione personale dell’autore
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo. WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti