Pillole di finanza: il servizio di consulenza ricevuto in banca è gratis?

Andrea Braglia
6.9.2021
Tempo di lettura: 2'

Perchè le Banche ed i loro consulenti consigliano ai clienti di investire in prodotti finanziari emessi o distribuiti dalla Banca stessa?


Il servizio di consulenza offerto da Banche e consulenti bancari non è gratuito ma incorporato nel costo dei prodotti e “rigirato” a chi li consiglia attraverso le famose “retrocessioni": “Pensate ad un medico che visiti il paziente, gli prescriva delle medicine e si faccia pagare esclusivamente dalle case farmaceutiche”.

 

Gli italiani sono tra i più grandi risparmiatori al mondo, ma hanno ancora un livello di educazione finanziaria che è invece agli ultimi posti delle classifiche internazionali: siamo infatti al 63 posto, dietro a nazioni come il Senegal, Zambia Madagascar e Togo, nonostante l'Italia sia uno dei Paesi più ricchi e sviluppati dell'occidente.


Gli italiani, “ricchi” ma finanziariamente poco acculturati, sono il mercato ideale per le Banche e le Società di gestione del risparmio, che posso facilmente “sfruttare” questa situazione: il risparmio italiano è una grande ricchezza a cui può essere facile “attingere”, soprattutto se la clientela non comprende appieno le proposte di investimento che gli vengono fatte per, eventualmente, rifiutarle.


In tutti i prodotti di investimento che vengono offerti ai risparmiatori sono presenti dei costi, che solo in parte vengono esplicitati e comunicati agli investitori, costi che remunerano la Banca: il consulente bancario è un dipendente che lavora principalmente nell'interesse della Banca da cui è retribuito e di conseguenza è soggetto alle pressioni commerciali della Direzione, che indirizza il suo personale sui prodotti finanziari che devono essere venduti alla clientela (ovvero quelli più redditizi per la Banca).


In Banca non si può trovare un servizio di consulenza indipendente, ma piuttosto un servizio di vendita di prodotti finanziari costosi ed inefficienti.
Opinione personale dell’autore
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo.
WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti