Strategie d'investimento, differenze tra Europa e Stati Uniti

17 Giugno 2019 · 3 min

Per avere successo è fondamentale rimanere investiti per lungo tempo ed essere esposti al mercato azionario. Cristina Mazzurana, managing director di Capital Group, spiega le differenze tra Europa e Stati Uniti in termini di strategie d’investimento e quali saranno i focus principali nel 2019

Quali sono le differenze tra le strategie d’investimento in Europa e negli Stati Uniti?

La gamma europea parte negli anni ’60 e viene costruita sulle esigenze delle aziende, delle tesorerie e degli investitori istituzionali che Capital iniziava ad approcciare quando nel 1961 aprì il primo ufficio a Ginevra. Nel tempo, queste strategie si sono consolidate e sono diventate una parte core della nostra offerta nella Sicav europea. Qualche anno fa, quando si è deciso di approcciare anche il mercato retail, si è anche stabilito di mettere a disposizione le principali strategie americane, dall’azionario all’obbligazionario ai multi-asset. In definitiva, oggi ci sono ancora differenze minime tra le strategie d’investimento in Europa e negli Stati Uniti, ma verranno eliminate perché l’idea è quella di poter offrire a un cliente appartenente a qualsiasi regione la stessa qualità, consistenza e offerta del mercato americano.

Quali saranno i focus principali delle strategie d’investimento in Europa nel 2019?

Essere investiti per lungo tempo è fondamentale per avere successo negli investimenti. Di conseguenza, continuiamo a suggerire ai nostri investitori di essere esposti al mercato azionario. Siamo consapevoli che sia un mercato che ha corso tanto e che potrebbe incorrere in una volatilità importante nei prossimi mesi, ma chiediamo pazienza, resilienza e costanza. Inoltre, suggeriamo di scegliere l’obbligazionario che aiuta a diversificare, a decorrelare i portafogli azionari e a ridurre la volatilità complessiva del portafoglio.