Small Cap illiquide, opportunità da non perdere

22 Ottobre 2019 · 3 min

L’area delle small cap illiquide offre valutazioni che sono circa la metà rispetto al mercato non quotato, ma in un’orizzonte temporale di medio-lungo termine. Intervista ad Alessandra Manuli, amministratore delegato di Hedge Invest Sgr, che spiega che ruolo giocano gli investimenti alternativi nell’economia italiana.

Investimenti alternativi, quali sono le nuove asset class da monitorare?

“Oggi l’universo degli investimenti alternativi conta circa 9.7 trilioni di dollari ed è diviso tra i cosiddetti private illiquidi e la parte liquida. Parliamo di real estate, private debt, private equity, infrastrutture e hedge fund. Ho fatto questa distinzione perché l’universo degli alternativi oggi va molto di moda: si parla di tassi di crescita esponenziali nei prossimi anni, ma si tratta di una crescita diretta più alla parte private che alla parte liquida. In particolare, come parte private, la parte che piace di più agli investitori – soprattutto istituzionali – è il private debt. Va anche molto di moda il private equity. Quindi la crescita maggiore è attesa in queste due asset class, ma sarà interessante vedere anche il mercato italiano. Infatti, sul mercato italiano nascono degli strumenti a cavallo tra liquido e illiquido, che credo possano offrire grandi opportunità per gli investitori”.

Che ruolo giocano nell’economia italiana?

“In Italia stanno partendo dei fondi che si chiamano Eltif (European Long Term Investment Fund) che permettono di investire in un’ottica private sui mercati quotati. Credo sia una grandissima opportunità perché negli ultimi anni si è visto un elevato flusso di capitale verso i fondi di private equity. Questo fa sì che alcune società non quotate ad oggi abbiano valutazioni molto importanti, si parla di otto/dieci volte i big data. Queste valutazioni non si vedono in borsa, invece, nella parte meno liquida del mercato perché il mercato quotato oggi è interessato da etf. Di conseguenza, c’è tutta una parte di small cap abbandonata. Noi l’opportunità la vediamo su quest’area di small cap illiquide che offre valutazioni che sono circa la metà rispetto al mercato non quotato, ma in un’orizzonte temporale di medio-lungo termine. Per creare valore è importante che l’investitore abbia un’ottica di medio termine, perché purtroppo il mercato del quotato è stato rovinato dall’ottica di breve termine”.