Quando l’innovazione cambia le regole del gioco

22 Giugno 2018 · 3 min

La disruption è ovunque. PerPaolo Proli, head of retail distribution di Amundi Sgr, è importante investire nelle aziende che generano innovazione.

Cos’è la disruption?

In economia, essere «disruptive» significa generare un’idea, cambiare tecnologia, rendere il proprio prodotto più innovativo, più economico e più adatto al nuovo consumo. Da questo punto di vista, si intercetta un nuovo consumo. La disruption èovunque, in qualsiasi settore industriale. Abbiamo delle forze di cambiamento importantissime: la demografia, la globalizzazione, i cambiamenti climatici. Tutto questo, oggi, è collegato alla disruption, che spinge la tecnologia ad apportare innovazione per seguire il cambiamento di una popolazione che è più giovane, più digitale, più tecnologica.

Perché investire in aziende che favoriscono l’accelerazione della disruption?

Perché sono quelle che stanno intercettando il potenziale di utili maggiore per il futuro. Stiamo assistendo a cambiamenti irreversibili nell’industria 4.0, nella sanità, nella tecnologia, nelle biodiversità. Oggi, le aziende che permettono di generare innovazione in questi nuovi settori di business, sono quelle aziende che, un domani, riceveranno maggior utili. Quindi, porteranno maggior rendimento nel portafoglio di un cliente finale. È molto importante, quindi, rimanere moderni nella pianificazione del portafoglio, facendo attenzione alle società che sono più «disruptive», rispetto a quelle che rimarranno immobili nel loro vecchio modello di business.