Millennials: stereotipi, bisogni e opportunità

15 Giugno 2018 · 2 min

Quali sono le esigenze dei Millennials negli investimenti?Antonio Bottillo, managing director, country head Italia di Natixis Investment Managers, ci ha spiegato cosa cercano le nuove generazioni nel rapporto col proprio consulente finanziario. 

Chi sono i Millennials?

Con il temine Millennials si indica la generazione deinati tra gli anni ’80 e il 2000. Il più vecchio di loro oggi ha 38 anni. Quindi, con buona probabilità, ha famiglia e ha già acquistato una casa. Rappresentano il 24% della popolazione maschile attiva in Europa.

Cosa cercano i Millennials nel rapporto con il consulente finanziario?

Da questo punto di vista, i Millennials hanno le idee chiare. Cercano un rapporto personalizzato con il consulente e hanno necessità di interloquire con la consulenza in linea trasversale. Hanno una vita composta da bisogni molto realistici e volti al lungo periodo. Ad esempio, finanziare un mutuo per l’acquisto della prima casa, la scolarizzazione di propri figli e, addirittura, la futura pensione. Amano definire dei piani di investimento che abbiano un senso.

Che ruolo avrà la gestione attiva nel soddisfare le esigenze dei Millennials negli investimenti?

Oggi siamo in una situazione di mercato dove è tornata la volatilità ed entra in gioco con forza la gestione attiva. Il portafoglio dovrà necessariamente essere controllato dal punto di vista del rischio e dovrà contenere delle attività che abbiano un senso in questa direzione.