MIFID II: costi e trasparenza
Anna Pirovano

20 Marzo 2018 · 2 min

MiFID II mette al centro la trasparenza. Per Anna Pirovano, Group Manager di Fineco Bank, è fondamentale che il consulente prepari il cliente in modo adeguato a questa novità.

In che modo aumenterà la trasparenza sui costi delle commissioni?

La MiFID II ha portato una semi-rivoluzione nel nostro settore e latrasparenza è molto importante. I clienti potranno visualizzare i loro costi sia in modalità percentuali, che in termini assoluti.

Quale sarà la reazione dei clienti alla trasparenza prevista da MiFID II?

Per i clienti, MiFID II sarà veramente una rivoluzione. Culturalmente, non sono abituati a percepire dei costi sulle gestioni dei loro risparmi. Naturalmente, sarà fondamentale il lavoro che il consulente dovrà fare a monte, per preparare il cliente alla visione dei costi delle commissioni, che saranno percepiti come costi per avere un beneficio nella gestione professionale dei loro risparmi.

Il cliente sarà più interessato al risultato della gestione o ai costi delle commissioni?

Non si può dare un servizio senza un valore aggiunto in termini di rendimento dei portafogli dei clienti. Educando il cliente a percepire la struttura del proprio portafoglio in base agli obiettivi personali, diventerà meno importante il rendimento, quanto invece il servizio offerto, laddove l’assistenza avrà un ruolo predominante.