Consulenza, l'uso della tecnologia per ridurre i costi

26 Febbraio 2019 · 3 min

Qual è il ruolo della tecnologia nella riduzione dei costi nel mondo della consulenza? Risponde Mario Ruta, direttore commerciale di Allianz Bank

La tecnologia avrà un ruolo fondamentale sotto due aspetti. Innanzitutto, darà la possibilità ai consulenti finanziari di gestire quella parte del loro portafoglio che in questo momento chiamiamo “mass”, ovvero quei clienti che hanno un patrimonio ancorché importante ma ridotto. Di conseguenza, la tecnologia non invade il campo della consulenza sulla parte più affluent, private e wealth. Il secondo aspetto riguarda, invece, l’impatto che la tecnologia avrà su tutte le attività di back office e middle office. In altre parole, più che abbattere i costi, la tecnologia aumenterà la produttività del consulente finanziario perché sarà tolto sempre più tempo all’operatività. Un tempo che dovrà essere dedicato alla cura di un cliente che è sempre più tecnologico.

Quali vantaggi derivano per il cliente dall’utilizzo del fintech?

Il cliente sicuramente avrà un vantaggio indiretto dall’utilizzo del fintech, perché aumenterà il livello di servizio nei suoi confronti. Per quanto riguarda le operations, un consulente finanziario che riesce a dare risposte real time al cliente, sarà valutato meglio da quest’ultimo. Invece, per quanto riguarda la parte di digitalizzazione sulla parte mass market, i clienti potranno aver accesso a un servizio di consulenza che in questo momento non hanno. Il consulente finanziario, infatti, cerca di dedicare la sua attenzione alla parte più alta del portafoglio e meno alla parte con meno valore.