Millennials e investimenti, parla Goldman Sachs Asset Management

12 Dicembre 2018 · 5 min

In che modo i Millennials condizionano oggi l’economia e in particolare il mondo degli investimenti? Risponde Loredana La Pace, country head per l’Italia di Goldman Sachs Asset Management

I Millennials, ovvero la generazione degli individui nati tra il 1980 e il 2000, stanno rimodellando i mercati e hanno il potenziale di influenzare le dinamiche competitive all’interno dei settori di tutto il mondo. Con circa 2,3 miliardi di individui, rappresentano di fatto il gruppo demografico più numeroso a livello globale ma, soprattutto, con un potenziale di spesa e di reddito in crescita rispetto alle generazioni precedenti. Si capisce allora il potere di questa generazione nell’influenzare il successo di vari settori e le opportunità di investimento a livello globale rispetto alle generazioni precedenti. Se è vero quindi che questa generazione sta influenzando le dinamiche di consumo a livello globale, è ancora più vero se consideriamo i Paesi emergenti, dove risiede l’86% di loro. Quindi, andando a vedere l’influenza che i Millennials hanno sui modelli di consumo, sull’impatto della tecnologia, la quotidianità e le loro priorità di consumo rispetto alle generazioni precedenti, possiamo intuire quanto all’interno dei Paesi emergenti la generazione Millennials stia influenzando tutte le dinamiche all’interno dei settori. Questo significa che è molto importante non solo andare alla ricerca di queste dinamiche e dei modelli di comportamento, ma anche trovare quelle opportunità di investimento rappresentate dalle società in grado di innovarsi e adeguarsi a questi nuovi modelli di consumo.

Quali sono i settori che presentano il maggior potenziale?

Si fa spesso riferimento a questa generazione come quella dei nativi digitali. Già questo indica l’importanza della tecnologia e quindi di tutti i consumi legati al settore della tecnologia. Se andiamo a vedere anche quali sono le disposizioni all’interno del nostro fondo, il Goldman Sachs Global Millennials Equity Portfolio, vediamo che sicuramente la tecnologia ricopre un ruolo importante. Ci sono però anche altri settori da studiare con attenzione, perché le aspirazioni, i consumi e le ambizioni della generazione sono molto differenti rispetto alle precedenti. Di conseguenza, le esperienze, i viaggi, il benessere, le energie rinnovabili e la salute, ricoprono un ruolo più importante rispetto alle generazioni del passato. Se andiamo a vedere l’universo di investimento potenziale per costruire un portafoglio Millennials, facciamo riferimento a oltre 500 società. Riteniamo che un approccio bottom-up, basato sulla ricerca dei fondamentali, sia importantissimo per costruire un portafoglio in grado di carpire le dinamiche e i temi legati alla generazione Millennials. Il Goldman Sachs Global Millennials Equity Portfolio ha attualmente circa 50 titoli in portafoglio e ogni titolo è espressione dei consumi e delle dinamiche di comportamento dei Millennials. Il gruppo dei gestori e degli analisti fa continue ricerche all’interno delle società che abbiamo in portafoglio per capire anche qual’è il modello di business e innovazione e come i comportamenti dei Millennials vengano recepiti all’interno di queste società.

Al maggior potenziale di spesa corrisponde anche un maggiore potere d’acquisto?

Assolutamente sì. Come anticipato, parliamo di 2,3 miliardi di individui che rappresentano il gruppo demografico più numeroso a livello globale con il potenziale di spesa e di reddito in crescita più alto rispetto alle generazioni precedenti. L’86% della generazione Millennials risiede nei Paesi emergenti: quella che vediamo in Italia, in particolare, è rappresentata da 11 milioni di individui. Il fondo azionario che gestiamo in Goldman Sachs Asset Management, il Goldman Sachs Global Millennials Equity Portfolio, va a valutare a livello globale e in tutti i settori le opportunità di investimento che sono in grado di recepire e implementare i modelli di consumo e di comportamento della generazione Millennials. Esso ha la caratteristica anche di evolversi con l’evolvere delle caratteristiche della generazione Millennials. Quindi riteniamo che, a livello globale, la generazione Millennials rappresenti oggi un punto di partenza per costruire un portafoglio azionario, andando proprio a concentrarsi e ad analizzare i modelli di comportamento e di consumo. Dunque è una generazione numerosa, ma soprattutto con un potenziale di spesa e un reddito in crescita.