L’importanza della certificazione - Fideuram

25 Giugno 2018

Quanto è importante la certificazione per un consulente finanziario? Ecco cosa ci ha risposto Stefano Gallizioli, Responsabile Servizi Bancari e Sviluppo Rete di Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking.

Cosa chiedono oggi i clienti ai propri consulenti finanziari?

I clienti chiedono ai propri consulenti performance, disponibilità e fiducia. Tuttavia, cosa dovrebbero chiedere i cliente a un consulente? Come dice il premio Nobel Richard Thaler, il consulente dovrebbe essere l’architetto delle scelte complesse dei clienti, colui che aiuta il cliente in questioni non sempre lineari. Ad esempio, nella diversificazione, nel profilo di rischio, nell’orientamento nel medio periodo della costruzione di un portafoglio.

Qual è il valore aggiunto della certificazione del consulente finanziario nel rapporto con il cliente?

Il valore aggiunto della certificazione nel rapporto con il cliente è duplice. Esistono delle certificazioni di norma, la certificazione IPAS e la certificazione di MiFID II, che garantiscono al cliente che il proprio consulente abbia le competenze necessarie per fornire il servizio di base. Esistono poi delle certificazioni di valore più elevato, che rappresentano una qualità maggiore.

Quanto è importante la certificazione nella crescita professionale?

La certificazione è molto importante per la crescita professionale, in quanto presuppone una ordinata formazione su tutte le principali competenze. Avere una certificazione, significa avere una completezza di competenze. In altre parole, aver fatto un percorso completo.