Investire nell’innovazione
Davide Renzulli

13 Maggio 2018

Nell’era della Digital Transformation, è importanteinvestire nell’innovazione. Ce ne parlaDavide Renzulli, Head of Advisory Italia diColumbia Threadneedle Investments.

Perché è importante investire nell’innovazione?

La Digital Transformation offre maggior efficienza, migliore operatività e, soprattutto, riduzione dei costi. Quindi, le aziendeche sono avanti nel processo della “trasformazione digitale”, saranno in grado di essere leader nel settore di appartenenza e di mantenere inalterati i propri margini di profitto. Per chi fa gestione attiva, comeColumbia Threadneedle Investments, è importante identificare queste aziende per il vantaggio competitivo che ci consente di realizzare rendimenti superiori ai competitor e all’indice di riferimento del mercato.

Quali sono i vantaggi di investire in fondi specializzati nel settore tecnologico?

Innanzitutto, è necessarioaffidarsi a gestori esperti, in grado di identificare le aziende più interessanti nel settore tecnologico e evitare le trappole di valore. Il settore tecnologico si è evoluto moltissimo negli ultimo 20 anni. Oggi, tra le prime 10 aziende dello Standard & Poor’s 500 ci sono 5 aziende tecnologiche. È molto importante seguire questo trend e avere dei gestori che vanno costantemente a visitare le aziende, cercando di identificare quelle che hanno maggiori opportunità di investimento. Questo è l’obiettivo di un gestore attivo come Columbia Threadneedle Investments.

Per investire nell’innovazione, quali soluzioni propone Columbia Threadneedle Investments?

Columbia Threadneedle Investments propone una strategia azionaria globale chiamata Global Technology Fund. Si tratta di un fondo che investe in aziende tecnologiche a 360 gradi. In particolare, siamo concentrati sul settore dei semiconduttori, dei software, dei microchip e chip di memoria. Perseguiamo questa strategia dal 2010, attraverso un team consede in California, nella Silicon Valley. Questo è un vantaggio importante, perché ci consente di individuare direttamente le aziende che inseriamo all’interno nel nostro portafogli.