Il futuro dei servizi finanziari
Riccardo Lamanna

11 Maggio 2018

La digitalizzazione sta trasformando il settore dei servizi finanziari. Come si stanno muovendo le aziende per stare al passo con questa rivoluzione? L’intervista a Riccardo Lamanna, Country Head Italy di State Street Global Services.

Digitalizzazione e servizi finanziari: quali devono essere le priorità per le società che operano nel settore?

Le priorità delle società che operano nel settore dei servizi finanziari sono tre. Per prima cosa, devono capire quali sia la giusta scala nella quale operare; in secondo luogo, devono adattare la tecnologia alle esigenze del business; infine, devono coltivare una cultura di gestione dei dati, come se fossero una società tecnologica.

Come si stanno muovendo queste aziende?

I modelli operativi sono diversi. Ci sono società che innovano in casa, altre che delegano a terzi alcune attività particolarmente innovative. Probabilmente, il modello vincente è rappresentato da un’integrazione tra expertise in casa e acquisizione di società che portano delle innovazioni specifiche.

Quali sono le società destinate a prevalere?

È difficile dire quali saranno le società destinate a prevalere. Nell’ambito della digitalizzazione dei servizi finanziari, è molto importante che le società integrino i nuovi servizi e la nuova tecnologia e diventino padroni dei dati, per fornire servizi più sinergici e efficienti ai loro clienti.

Qual è la rilevanza della scala per competere nella digitalizzazione dei servizi finanziari?

Nell’era digitale, la dimensione delle società del risparmio gestito è fondamentale per diversi elementi, tra i quali la capacità di tenere bassi i costi e la necessità di crescere su asset class. In questo ambito, la scala gioca un ruolo fondamentale e deve essere perseguita dalle società del settore.