Private debt: capitali per gli imprenditori, rendimento per gli investitori

18 Novembre 2019 · 3 min

Il private debt permette alle imprese di ottenere capitali in modo flessibile, paziente e completo. Quali sono i vantaggi, invece, per gli investitori? Intervista a Ignazio Rocco, fondatore di Credimi.

Private debt, quali sono i vantaggi per investitori e società?

“In un paese in cui le imprese hanno bisogno di molti capitali, il private debt permette loro di ottenerli in modo più flessibile, paziente e completo rispetto agli altri mercati. Dall’altra parte permette agli investitori di accedere a rendimenti impossibili da ottenere oggi con altre asset class. Gli investitori e i consulenti finanziari che li assistono si stanno rendendo conto che le alternative disponibili nei mercati tradizionali sono poco attraenti. Si parla di rendimenti zero e, sempre di più, di rendimenti negativi. Anche le prospettive sui mercati azionari non sono più così attraenti come lo sono state negli ultimi anni. Di conseguenza, sempre più investitori stanno comprendendo che – quando si parla di capitali di debito delle imprese – le banche pagano i depositanti lo 0% e alla banca centrale un tasso negativo. Inoltre, prestano denaro alle imprese piccole e medio-piccole a tassi che possono arrivare al 5%, ma anche al 7-8-9% se parliamo di imprese molto piccole. In definitiva, avere la possibilità di partecipare a questi rendimenti è un’alternativa piuttosto interessante”.

Per quanto tempo è necessario mantenere l’investimento?

“Dipende moltissimo dagli strumenti. Ci sono soluzioni come i fondi chiusi che investono in operazioni di finanziamento di medio-lungo termine che possono richiedere anche una pazienza di 5-6-7 anni. Ma ci sono anche investimenti in crediti commerciali, come quelli che fa Credimi, che sono riservati a investitori istituzionali e hanno un periodo di investimento di due anni, anche se il sottostante dura tre mesi. Quindi c’è tutta una gamma di strumenti quotati e di strumenti nel debito privato adatti a diversi tipi di investitori”.