Crowdfunding immobiliare, tra diversificazione del capitale e opportunità di investimento

23 Agosto 2019 · 4 min

Lending crowdfunding ed equity crowdfunding, due mondi vicini ma molto diversi. Giacomo Bertoldi, amministratore delegato di Walliance, ci ha aiutato a fare chiarezza e a capire quali sono i vantaggi del crowdfunding per offerente e investitori.

Investimenti immobiliari online, quali vantaggi per investitori e costruttori?

Investire nell’immobiliare online è un’opportunità per tutti gli investitori che vogliono diversificare il loro investimento, in termini sia di capitale che di opportunità di rendimento. Ci sono varie opportunità di investimento immobiliare e si differenziano principalmente sulla tipologia di investimento che può essere residenziale, commerciale o industriale. L’opportunità principale è quella di investire in un settore tangibile che oggi è ben compreso da parte degli italiani ed avere quindi la possibilità di entrare in un mercato che prima era difficilmente accessibile a qualsiasi tipologia di investitore retail. Per il soggetto che raccoglie i capitali, che noi definiamo offerente, è una grande opportunità per andare all’interno di un mercato che è quello della finanza alternativa, cioè accedere a metodologie di finanziamento differenti rispetto a quelli che sono i tipici  sistemi di finanziamento per la propria società.

Quali sono le differenze tra il modello del lending crowdfunding e l’equity crowdfunding?

Le differenze sono abbastanza importanti. La nostra realtà si concentra principalmente sul modello dell’equity crowdfunding, che consiste nell’investire all’interno di una società andando a sottoscrivere delle quote della società stessa, diventando di fatto comproprietari di una società che sviluppa un’operazione immobiliare. Nel caso invece del lending crowdfunding si va a contrarre un contratto di mutuo all’interno del quale si va a sostenere tramite un finanziamento una società nello sviluppo, nel caso specifico, ad esempio di un’operazione immobiliare. Quindi le principali differenze consistono nel caso del lending di finanziare una società che sviluppa in autonomia il suo progetto immobiliare, nel caso dell’equity di andare a investire e di fatto essere soci di una realtà imprenditoriale all’interno della quale si sviluppa insieme un progetto che può essere anche importante sempre nell’ambito immobiliare.

In che modo vengono selezionati i progetti immobiliari?

I progetti immobiliari vengono selezionati in maniera molto accurata, è una delle attività più complesse che abbiamo nel nostro modello di business. Si tratta di andare a ricercare delle società che hanno una determinata struttura organizzativa e che sviluppano anche progetti immobiliari di qualità, che è l’elemento più importante. Infatti, portare agli investitori dei progetti di qualità che vengono valutati in maniera sempre più accurata è davvero l’elemento fondamentale per fa sì che il mondo del crowdfunding immobiliare possa essere di successo. Oltre a questo abbiamo dei presidi previsti dalla nostra normativa di riferimento, quella Consob, che ci impongono anche di andare a fare delle verifiche specifiche non solo sull’operazione immobiliare ma anche sulle persone che la sviluppano. Inoltre, noi abbiamo una partnership con EY che ci permette di andare a validare ulteriormente, in base al comparabile di mercato, anche le potenzialità di un’operazione. Quindi, al termine di questa valutazione, EY non fa che dare un rating in maniera indipendente sull’operazione immobiliare in modo da validarla e dare eventualmente il suo parere indipendente che può essere sicuramente un elemento di grande aiuto per la valutazione dell’investimento da parte dell’investitore retail o anche professionale, perché possono essere molto piccoli ma anche molto grandi. Vediamo spesso che questa tipologia di valutazione viene apprezzata da tutti.