Consulenza e certificazione: la parola a EFPA
Marco Deroma

26 Giugno 2018 · 3 min

Perché è importante la certificazione e in cosa si distingue la certificazione EFPA? Abbiamo affrontato il tema con Marco Deroma, Presidente di EFPA Italia.

Perché è importante la certificazione per un consulente?

Con l’introduzione della MiFID II, siamo di fronte a un mercato che si è evoluto, in particolare nell’ambito dei requisiti di conoscenza e competenza introdotti e formalizzati con il nuovo regolamento intermediari. Naturalmente, i consulenti hanno bisogno di dimostrare il possesso di questi requisiti. Ci sono diverse modalità per farlo: utilizzando le certificazioni attualmente disponibili sul mercato o scegliendo la certificazione EFPA,che rappresenta uno standard europeo.

In cosa si distingue la certificazione EFPA?

Il regolamento intermediari ha messo al centro i requisiti di conoscenze e competenze. EFPA ha cercato di distinguersi in questo mercato in espansione, introducendo più livelli di certificazione. Riteniamo che le condizioni minime richieste dalla normativa siano insufficienti per affrontare con successo un mercato come quello selettivo che si sta preannunciando, proprio per effetto dell’introduzione della direttiva europea. Inoltre, EFPA ha deciso di mantenere nettamente separate certificazione e formazione, in modo che non esista conflitto di interesse nell’attribuire l’attestato o la certificazione delle conoscenze o competenze.

Qual è l’impatto di MiFID II sul mercato delle certificazioni?

MiFID II ha creato le condizioni perché potessero affacciarsi sul mercato diverse realtà che offrono questo tipo di certificazioni. EFPA si distingue da queste realtà per l’indipendenza tra formazione e certificazione. Inoltre, abbiamo strutturato su più livelli la certificazione, poiché in un mercato sempre più competitivo, è necessario elevare le proprie conoscenze.