Bond tematici, investire nelle idee

14 Novembre 2018 · 5 min

Bond tematici, cosa sono? Ne abbiamo parlato insieme a Rodolfo Fracassi, direttore e co-fondatore  di Mainstreet Partners.

“Le obbligazioni tematiche sono delle categorie speciali di obbligazioni che utilizzano i capitali per un tema specifico: quando un’azienda va sul mercato per raccogliere capitali e quindi emette l’obbligazione, promette già da prospetto agli investitori di utilizzare quali capitali in campi specifici. Per esempio, le obbligazioni ‘green‘ usano capitali per investimenti in energie rinnovabili. Oppure le obbligazioni cosiddette ‘sociali‘ utilizzano i capitali raccolti per progetti nelle infrastrutture sostenibili, nel riciclo dei rifiuti oppure per finanziare piccole e medie imprese. Da una parte l’ambiente dall’altra il sociale. Un misto delle due sono invece i cosiddetti sustainability bond, che permettono gli investimenti in ambito sociale un po’ in ambito ambientale. E’ importante ricordare che i il rischio che si corre è il rischio dell’emittente cioè non del progetto che viene finanziato e così il rendimento, che è quindi lo stesso di tutti gli altri bond.

Per fare un paio di esempio pensiamo a un’obbligazione sociale come quella emessa da Cassa Depositi e Prestiti, un organismo di sviluppo italiano. Questa ha emesso obbligazioni raccogliendo fondi per finanziare le piccole e medie imprese delle aree terremotate, quindi lo scopo sociale è ovvio e evidente ma per gli investitori non cambia il fatto che il rischio che si corre è di Cdp, non dei progetti finanziati a valle. Un’obbligazione Green è invece Orsted, la più grande società al mondo di impianti eolici off-shore come per esempio in Mare del Nord – una bella storia perchè era prima una società di oil&gas e poi negli anni si è trasformata, fino ad arrivare al 100% green di oggi. Ha emesso un’obbligazione green per finanziare lo sviluppo di ulteriori campi eolici off-shore e biomasse quindi 100% sostenibili”.

Bond tematici e diversificazione del portafoglio

“In ottica di gestione di portafoglio obbligazionario le obbligazioni tematiche sono equiparabili alle altre obbligazioni. La diversificazione si ha per emittente, valuta, rischio di credito, posizionamento sulla curva, scadenza e non tanto per il tipo di progetto dal punto di vista finanziario. Quindi possono essere utilizzati anche al 100% di un obbligazione fide income se il cliente vuole avere una forte esposizione o modularla a seconda delle esigenze”.

Quali temi domineranno il mercato nel 2019?

“Guardano ai trend futuri per l’anno prossimo, visto che nel 2017 sono stati già emessi oltre 160 miliardi di dollari di obbligazioni green, è molto probabile che oltre a proseguire la crescita di questi ultimi, ci sarà un’espansione proporzionalmente alta delle sociali o miste. Allo stesso tempo si svilupperanno sempre più fondi che investono in questo tipo di obbligazioni: oggi ne contiamo più di 30, una cifra importante se si considera che i primi sono nati 4.5 anni fa e probabilmente ne verranno fuori molti altro. Se si riesce a creare portafogli efficienti anche solo con tematiche è normale che molti prodotti ci investiranno”.