Small e Mid Cap, nel 2019 puntare sull'Europa

13 Giugno 2019 · 3 min

Le imprese europee di piccolo e medio valore hanno un livello di valorizzazione leggermente superiore alla loro media storica. Bastien Goumare, gestore di portafoglio di Amiral Gestion, presenta come hanno performato le Small e Mid Cap nella prima parte dell’anno e cosa dobbiamo aspettarci per il 2019

Come hanno performato le Small e Mid Cap nella prima parte dell’anno?

L’inizio anno è stato abbastanza positivo perché il mercato europeo è cresciuto del 10%. Una crescita significativa, considerato l’anno particolarmente difficile per il mercato di piccolo e medio valore. Di conseguenza, potrebbe essere un inizio di ricupero rispetto a quello che abbiamo subito alla fine dello scorso anno. Oggi vediamo che imprese europee di piccolo e medio valore hanno un livello di valorizzazione leggermente superiore alla loro media storica, lo vediamo grazie al Per di Shiller di media storica 17 volte superiore. Adesso è 19 volte superiore. Il livello di valorizzazione è abbastanza importante, con una diversità e un’eterogeneità in termini di valorizzazione. In particolare i valori industriali hanno subito l’impatto più significativo l’anno scorso (sono loro che hanno sofferto di più) e hanno un livello di valorizzazione modesto, più che sul resto del mercato.

Cosa dobbiamo aspettarci per il 2019?

Amiral Gestion è una società di investimento con un approccio di lungo termine. Cerchiamo di avere una conoscenza davvero approfondita dei loro business model, della loro strategia e del loro ambiente – concorrenza, clienti, fornitori – quindi per noi è sempre molto difficile pronunciarci sull’anno, su un periodo di breve termine. Quando guardiamo le valorizzazioni, i mercati, utilizziamo l’indice Per di Shiller, la nostra “bussola”. La ratio della capitalizzazione borsistica sulla media dei risultati degli ultimi 10 anni, prende in considerazione un ciclo economico completo. Oggi osserviamo che siamo sopra i livelli storici in Europa, quindi abbiamo un approccio abbastanza prudente. Facciamo un lavoro molto approfondito di valorizzazione, di comprensione dei business model per selezionare le società che ci sembrano avere il rapporto qualità-prezzo più attraente e sempre con una quotazione di Borsa inferiore a quello che consideriamo il loro valore intrinseco. Quindi per noi è complicato per questo 2019 avere una view generale, ma troviamo in questo ambiente comunque opportunità interessanti, secondo il nostro approccio pratico e di lungo termine su diversi casi.