Venture capital, il supporto allo sviluppo delle aziende

03 Luglio 2019 · 4 min

Gli imprenditori spesso de-contestualizzano l’azienda dalla sua quotidianità. Andrea Di Camillo, founder e managing partner di P101 Sgr, spiega quali sono le difficoltà principali che incontrano le società nella fasi iniziale di sviluppo e quali sono gli errori in cui è più facile cadere

Quali sono le difficoltà principali che incontrano le società nella fase iniziale di sviluppo?

La difficoltà iniziale per un imprenditore che passa dal progetto a tavolino a una realtà che deve operare sul mercato è l’individuazione dei capitali per perseguire il proprio progetto, quindi rappresentare la propria idea imprenditoriale e negoziare con dei soci nuovi delle condizioni che necessitano di condividere molte scelte. E’ un passaggio culturale e relazionale che spesso l’imprenditore fa fatica a fare non essendo partito con altri soci ma essendo obbligato, per la necessità di finanziare il proprio progetto, a condividere le proprie idee con investitori terzi che possono avere opinioni diverse, richieste specifiche o idee specifiche. Sicuramente questo è un passaggio critico che ne fa una selezione naturale di chi ce la fa e chi non ce la fa.

Quali sono gli errori in cui è più facile cadere?

L’imprenditore de-contestualizza la propria azienda dalla sua quotidianità. Spesso il progetto è molto concentrato su una competenza e un’attenzione specifica dell’imprenditore, su una tecnologia, su un prodotto particolare, ma in realtà l’azienda va bene o male per tanti altri piccoli dettagli che non sono sul famigerato business plan o sul foglio di excel. La scelta dei professionisti a cui appoggiarsi e dei mercati da cui partire sono aspetti che rispetto all’ambizione del progetto possono sembrare secondari, ma in realtà sono quelli che fanno la differenza nella quotidianità che, nel lungo termine, fa a sua volta la differenza tra la vita e la morte. Di conseguenza, molto spesso l’imprenditore ha lavorato tantissimo sul cuore dell’azienda ma si è dimenticato di tutti i dettagli. E’ come costruire una Ferrari e poi dimenticarsi di gonfiare le ruote.

In che modo le supportate?

Un investitore di venture capital cerca di dare all’imprenditore un supporto nei momenti di difficoltà. Spesso, quando c’è un problema, l’imprenditore ci dedica troppa o troppo poca attenzione. Noi, essendo un socio da una parte ma anche un soggetto esterno che può guardare con più freddezza un determinato momento e una determinata difficoltà, riusciamo a dare all’imprenditore un po’ di sangue freddo che serve in una situazione in cui l’azienda cambia quotidianamente ed è difficilissimo tenerla a barra dritta.