Andrea Di Camillo

Managing Partner di P101 Sgr
ItalyPrivate Equity/Venture capital

Se avessi chiesto ai miei clienti cosa avessero voluto, mi avrebbero risposto un cavallo più veloce (Henry Ford)

Biellese, classe 70, durate gli studi (Economia e commercio a Torino)  inizia a lavorare in Olivetti occupandosi del marketing di ItaliaOnline, una delle prime “digital company”  in Italia. È il 1995 ed è così che inizia il suo percorso professionale.

Tecnologia e innovazione sono già il suo pallino e questo lo porta ad andare ad affiancare Elserino Piol – padre del Venture Capital italiano – e a partecipare al lancio di Kiwi I: il primo fondo di venture capital in Italia che investe, tra gli altri, in Venere, Yoox, eDreams e Tiscali.

Nel 1999 è tra i fondatori di Vitaminic, pietra miliare della musica in rete.

Nel 2006 è co-fondatore di Banzai, che in breve tempo si afferma come seconda web company italiana.

Nel corso degli anni ha investito in più di 40 aziende anche a titolo personale: da Cortilia a Tannico, Musement e Viamente, che vengono acquisite rispettivamente da TUI e da Workwave (un gruppo industriale statunitense).

Nel 2013 ha lanciatoP101, di cui è managing partner.

Ama andare in bicicletta, che per lui è una metafora del venture capital: per arrivare alla meta ci vogliono visione, pazienza e determinazione.