PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Kairos, al via il fondo sul climate change

Kairos, al via il fondo sul climate change

Salva
Salva
Condividi
Gloria Grigolon
Gloria Grigolon

22 Ottobre 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • La lotta al cambiamento climatico si sostanzia in una grande sfida tecnologica a 360 gradi, con l’obiettivo finale di decarbonizzare e dematerializzare l’economia

  • L’impellente necessità di promuovere massicci investimenti volti alla decarbonizzazione e alla digitalizzazione non può non avere un impatto importante sulle strategie di investimento

Con KIS Climate Change ESG, Kairos conferma il proprio impegno nell’ambito degli investimenti socialmente responsabili, ampliando l’offerta del Laboratorio di idee di investimento. Un fondo a gestione attiva per una attiva transazione economica da “brown” a “green”

Cogliere le opportunità derivanti dai cambiamenti climatici, senza sacrificare crescita economica o ridimensionare il proprio stile di vita. E’ in quest’ottica che nasce KIS Climate Change ESG, il nuovo prodotto tematico del comparto Kairos International Sicav (Sicav di diritto lussemburghese), fondo azionario globale denominato in euro e focalizzato sulle tematiche legate alla riconversione dell’intero sistema economico e industriale.

Il processo di selezione del fondo, che integra l’analisi fondamentale sui singoli titoli ai fattori ESG, mira ad individuare tra le altre due tipologie di società: quelle che offrono soluzioni per contrastare il cambiamento climatico e quelle che offrono soluzioni per gestirne i rischi e gli effetti fisici associati.

“Contrariamente a quella che è la percezione comune del processo di transizione da brown a green” ha spiegato a We Wealth Francesco Zantoni, portfolio manager di KIS Climate Change ESG, Kairos Partners Sgr, “tale processo non è confinato al solo passaggio da fonti di energia fossili a energie rinnovabili, ma riguarda piuttosto tutti i processi economici e tutte le catene del valore aggiunto nel loro complesso: dall’ingegnerizzazione dei prodotti ai sistemi produttivi, dalla distribuzione al loro eventuale recupero. Per Kairos la lotta al cambiamento climatico si sostanzia dunque in una grande sfida tecnologica a 360 gradi, con l’obiettivo finale di decarbonizzare e dematerializzare l’economia”.

Clicca qui  per leggere l’intervista completa “Come fosse un Covid all’anno: ecco il mondo con il cambiamento climatico

Francesco Zantoni, già in Kairos, è rientrato in azienda nel giugno 2020 dopo alcune esperienze imprenditoriali in settori chiave per la comprensione delle dinamiche climatologiche, di efficientamento energetico e di sostenibilità ambientale.

Climate change, driver di crescita

“L’impellente necessità di promuovere massicci investimenti volti alla decarbonizzazione e alla digitalizzazione dell’economia, rendendola sostenibile dal punto di vista ambientale, non può non avere un impatto importante sulle strategie di investimento” ha commentato Zantoni nel giorno del lancio.

“Siamo di fronte al più potente e pervasivo dei megatrend strutturali in essere e KIS Climate Change ESG intende cogliere le significative opportunità di investimento che ne derivano. Abbiamo a questo proposito già individuato molteplici settori ad alto potenziale, quali Information Technologies, Life e Material Sciences, Renewable Energies ed abbiamo selezionato le società il cui principale driver di crescita degli utili è la capacità di offrire soluzioni per contrastare il cambiamento climatico, ovvero soluzioni per gestirne i rischi e gli effetti fisici associati”.

 

Visita la sezione Le Voci di Kairos e scopri tutti gli approfondimenti

Gloria Grigolon
Gloria Grigolon
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:SRI-Impact investingEsgKairos
ALTRI ARTICOLI SU "SRI-Impact investing"
ALTRI ARTICOLI SU "Esg"
ALTRI ARTICOLI SU "Kairos"