PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Italia, gli investitori vogliono aziende sostenibili

Italia, gli investitori vogliono aziende sostenibili

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

01 Aprile 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Investire in società che puntano sulla sostenibilità. Questo stanno richiedendo, sempre più spesso, gli investitori

  • La sostenibilità è il cuore di un investimento di lungo termine

“L’approccio Esg di Investec AM si basa su tre pilastri: invest, engage e inhabit”. L’opinione di Gianluca Maione, country head Italia della società

La sostenibilità sta diventando sempre più un tema fondamentale per gli investitori. Gianluca Maione, country head Italia di Investec Am spiega a We Wealth come la sostenibilità stia assumendo un ruolo chiave nel wealth management.

Maione, è vero che gli investitori italiani chiedono sempre più di poter investire attraverso i fondi su società attente a questo aspetto?

Sì, la sostenibilità è un tema molto importante per gli investitori italiani, proprio come è un trend in crescita a livello globale. L’industria del risparmio svolge un ruolo fondamentale per un futuro più sostenibile. Ivalori Esg sono al centro della nostra attività anche in Italia. Siamo investitori di lungo termine e abbiamo l’obiettivo di investire in imprese ben governate, che operano in sintonia con gli obiettivi di sostenibilità stabiliti dalla comunità.

Qual è l’approccio Esg di Investec Am e come questo influenza la selezione dei titoli in portafoglio?

Il nostro approccio alla sostenibilità, complessivamente inteso, su fonda su tre pilastri:
1.Invest: investire responsabilmente per un futuro più sostenibile.
2. Engage: mediante il nostro engagement, generiamo idee per influenzare i sistemi globali e contribuire ad uno sviluppo sostenibile.
3. Inhabit: ci impegniamo attivamente in iniziative a sostegno di un impatto ambientale e sociale positivo.

La nostra strategia global environment è rivolta alla crescente attenzione degli investitori istituzionali per i rischi connessi al cambiamento climatico e investe in società quotate lungo tutta la catena del valore che beneficiano del trend della decarbonizzazione ed è concepita per permettere agli investitori istituzionali di accedere alle opportunità di investimento legate alla riduzione nel lungo termine della percentuale di carbonio presente in portafoglio.

L’universo di investimento della strategia è selezionato tra 700 aziende con una capitalizzazione totale di mercato di oltre 5 trilioni di dollari americani. La metodologia di selezione comprende uno screening in due fasi: la misurazione dei ricavi generati con attenzione ai fattori ambientali e la misurazione del cosiddetto “carbonio evitato”.

Se confrontato con i tradizionali universi azionari, l’universo global environment risultante ha sovrapposizioni minime o addirittura nessuna sovrapposizione con le tradizionali allocazioni azionarie come quelle del Ftse 100 o dell’Msci All Country World Index e non ha esposizione alle 100 aziende identificate come i maggiori emettitori di carbonio al mondo dall’iniziativa Climate Action 100.

Puntare su investimenti sostenibili o su aziende che adottano parametri di sostenibilità va a discapito delle performance di portafoglio o si possono ottenere comunque rendimenti interessanti?

La sostenibilità è il cuore di un investimento di lungo termine. Ci sono numerose opportunità per investire in questa transizione e orientare i portafogli verso risultati positivi sia sul piano finanziario sia ambientale. Due delle questioni più urgenti in materia di sostenibilità, il cambiamento climatico e la transizione energetica, saranno prese più attivamente in considerazione nelle asset allocation dei portafogli degli investitori.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:SRI-Impact investingInvestec