PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Investimenti responsabili 2019, i cinque temi di Bmo

Investimenti responsabili 2019, i cinque temi di Bmo

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

14 Febbraio 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • L’engagement, o dialogo costruttivo, è uno strumento importante per quegli asset manager responsabili di capitali investiti che devono integrare i rischi Esg e garantire adeguati rendimenti sul lungo periodo

  • L’iniziativa Climate action 100+ è una delle collaborazioni tra investitori più grandi di sempre

Oltre al cambiamento climatico e a un utilizzo più responsabile delle risorse idriche, esistono altri temi di fondamentale importanza per chi è interessato agli investimenti responsabili e d’impatto

Secondo Vicki Bakhshi, direttore del team degli investimenti responsabili di Bmo Global Asset Management, “l’engagement, o dialogo costruttivo, è uno strumento importante” per quegli asset manager responsabili di capitali investiti che devono integrare i rischi Esg e garantire adeguati rendimenti sul lungo periodo. “Attraverso l’attività di partecipazione attiva, si può collaborare con altri investitori per contribuire a un mondo più sostenibile, supportando il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG)”. In particolare, secondo Vicki Bakhshi, i temi da seguire per un 2019 “di impatto” sono cinque. Eccoli.

Cinque temi per gli investimenti responsabili

Protezione dei lavoratori più vulnerabili

Questo tema è sempre più al centro dell’attenzione grazie a nuove leggi che impongono maggiore trasparenza in materia. Quest’anno l’asset manager continuerà gli sforzi fatti anche per l’ottenimento di stipendi in grado di soddisfare i bisogni essenziali dei lavoratori. Anche in settori come quello del dettaglio. Qui, le società sono particolarmente attente all’impatto reputazionale legato alle accuse di trattamento inadeguato del proprio personale.  L’intenzione è quella di coinvolgere anche il settore della moda, avendo quest’ultimo un forte impatto sull’ambiente e sulle popolazioni locali.

Parità di genere

“Il mondo ha ancora molta strada da percorrere prima del raggiungimento dell’Obiettivo Onu numero 5”, la parità di genere. La diversità nei cda è solo la punta di un iceberg enorme. “Partendo dalla nostra attività di partecipazione attiva a livello di cda, nel 2019 amplieremo il focus alla presenza femminile in ruoli di gestione apicali e sottostanti, in linea con l’Sdg numero 5”. Partendo dall’identificazione delle migliori pratiche in campi quali formazione, orari flessibili e compensi, Bmo mira a collaborare con le società per incoraggiare un approccio orientato al futuro, di cui dovrebbe beneficiare la performance della stessa società.

Cambiamento climatico

Il cambiamento climatico è stato uno dei temi cui gli investitori hanno prestato maggiore attenzione nel corso del 2018. E l’iniziativa Climate action 100+ è una delle collaborazioni tra investitori più grandi di sempre. Il dialogo si è concentrato in particolare sul settore dei combustibili fossili e dell’industria mineraria. Ma in parte anche sui settori a maggior consumo energetico come le materie prime e le autovetture. L’impatto però del cambiamento climatico è molto più ampio.

Nel 2019 Bmo intende allargare il suo campo d’azione, includendo il settore finanziario. “Ci concentreremo in particolare sulle banche del Sudest Asiatico, che sono state generalmente lente a rispondere al cambiamento climatico – essendo tuttavia molto esposte a questo rischio e correndo il rischio di perdere le opportunità di finanziamento legate a possibili soluzioni di questo problema”. L’interesse è rivolto anche al settore dei trasporti marittimi, fino ad ora poco considerato, nonostante sia responsabile di circa il 2% delle emissioni globali di gas serra.

Biodiversità e acqua

Nel 2019 l’asset manager continuerà a dare la priorità all’attività di engagement con le società del settore alimentare per spingerle ad adottare un approccio proattivo per identificare soluzioni di imballaggio più sostenibili e ad impegnarsi ad eliminare la plastica monouso. Anche l’utilizzo responsabile delle risorse idriche rientra fra i temi di investimento.

Resistenza agli antibiotici

Un nuovo tema è dato dalla minaccia globale e concreta per la salute pubblica è la resistenza agli antibiotici. Si tratta di un fenomeno naturale causato da mutamenti genetici. L’utilizzo improprio degli antibiotici sta però accelerando questo processo, creando infezioni che non rispondono alle terapie antibiotiche. Le società farmaceutiche possono giocare un ruolo fondamentale nel rallentare lo sviluppo e la diffusione della resistenza agli antibiotici.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
caporedattore
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "SRI-Impact investing"
ALTRI ARTICOLI SU "Azionari internazionali"
ALTRI ARTICOLI SU "Azionari Paesi Emergenti"