PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Consulenti fiduciosi: finanza Sri? Nel cuore dei clienti

Consulenti fiduciosi: finanza Sri? Nel cuore dei clienti

Salva
Salva
Condividi
Rita Annunziata
Rita Annunziata

20 Novembre 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Il 31% dei consulenti ritiene che il grado di interesse dei propri clienti nei confronti della finanza Sri sia buono

  • Il 63% sostiene che la formazione sulle tematiche di finanza responsabile sia migliorabile

  • I fondi che rientrano nell’Atlante Sri hanno una migliore salute Esg

Il grado di interesse dei clienti nei confronti della finanza Sri cresce di anno in anno, mentre si abbassa il numero di coloro che hanno una conoscenza insufficiente delle tematiche ambientali, sociali e di governance. “La finanza deve creare innovazione e ridirigere i capitali”, commenta Barbara Galliano di Natixis Investment Managers

I consulenti sono fiduciosi: il 31% ritiene che il grado di interesse dei propri clienti nei confronti della finanza Sri sia buono, addirittura ottimo per circa il 9%. A dichiararlo è Luca Testoni, direttore di EticaNews, nell’ambito della presentazione dell’Atlante Sri, un lavoro di ricerca che identifica la situazione dei prodotti Sri italiani in termini di player, delta e delle diverse asset class.

Un risultato tutt’altro che scontato, in deciso miglioramento rispetto agli scorsi anni, ma soprattutto che si accompagna all’idea di un abbassamento della quota di clientela che si ritiene abbia una conoscenza insufficiente delle tematiche sostenibili (scesa dal 31 al 21%). Ciononostante, alle reti di consulenza si chiede sempre più formazione e informazione sul tema. “Per oltre il 63% la formazione sulle tematiche di finanza responsabile è migliorabile – spiega Testoni – C’è grande effervescenza, dinamismo ed entropia, ma restano degli scalini importanti sulla necessità di una formazione migliore”. Contrariamente al passato, il bisogno di “più prodotti” sembra dunque passare in secondo piano, segnale di una loro crescente presenza sul mercato.

“I dati indicano una situazione di miglioramento complessivo – aggiunge Gian Franco Giannini Guazzugli, responsabile area tutela e fiscale di Anasf – Dal punto di vista degli strumenti, credo che l’offerta sia sufficientemente ampia. Ma dal punto di vista della formazione sarebbe utile che anche realtà come l’Ocf o l’Efpa, prevedano nell’esame di accesso un ampliamento della tematica relativa all’Sri”.

Sulla stessa linea d’onda anche Barbara Galliano, deputy country head di Natixis Investment Managers. Secondo un’indagine condotta dalla banca d’affari francese, l’81% dei clienti manifesta in modo chiaro di voler allineare gli investimenti ai propri valori o puntare su società che operano in modo più etico. E, in questo, la finanza gioca il suo ruolo fondamentale. “La finanza deve creare innovazione e ridirigere i capitali – spiega la Galliano – ha la sfida di far parte di questa trasformazione, dettata dall’emergenza di un crescente interesse verso la sostenibilità”.

Un occhio alle normative

“L’evoluzione normativa tracciata dall’Unione Europea va nella direzione di introdurre determinati standard nella costruzione di indici finanziari Esg di riferimento – aggiunge François Millet, head of Etf & index product development di Lyxor – questo naturalmente contribuirà a introdurre maggiore sostenibilità negli investimenti finanziari”. Secondo Millet, i nuovi benchmark rispetteranno infatti i principi di “Transizione Climatica” e di “Allineamento con gli Obiettivi dell’Accordo di Parigi” di contenere le emissioni di CO2 e, in generale, il riscaldamento mondiale a medio-lungo termine ben al di sotto di 2°C.

Atlante Sri, alcuni numeri

Oggi il numero di fondi censiti sul mercato italiano dall’Atlante Sri elaborato da EticaNews sono 1317, emessi da 85 società (si tratta di fondi che hanno un esplicito mandato Sri o un tema riconducibile a uno dei fattori Esg). Tenendo conto del Quality Score Esg Msci, che indica la “salute” Esg dei prodotti finanziari, è stato verificato che il 79% dei fondi appartenenti all’Atlante Sri possiede uno score Esg. L’indicatore va da un minimo di 2,23 e un massimo di 9,24, e lo score medio dei fondi analizzati si stabilizza a 6,60. Confrontando i dati con i valori dei fondi tradizionali, è emerso è che i fondi appartenenti all’Atlante Sri (con un certo commitment Sri, dunque) hanno una migliore salute Esg.

Rita Annunziata
Rita Annunziata
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "SRI-Impact investing"
ALTRI ARTICOLI SU "Consulenti"
ALTRI ARTICOLI SU "Esg"