PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Vini di lusso, Masi Agricola più forte in Germania

Vini di lusso, Masi Agricola più forte in Germania

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

28 Ottobre 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • La società prescelta si dedica da oltre due secoli all’importazione e distribuzione di prodotti di alta gamma. Il suo portafoglio clienti comprende Frescobaldi, Gaja, Rothschild, Piper Heidsieck

  • Il marchio Masi è ben presente e apprezzato in Germania da molti decenni. Presenta però ancora un significativo ulteriore e più ampio potenziale di sviluppo

Il made in Italy di altissima gamma fa un nuovo passo in uno dei mercati più importanti per il Belpaese, la Germania. I vini high end di Masi Agricola scelgono infatti un nuovo, antichissimo operatore per la vendita e la distribuzione nella terra delle Valchirie

Masi Agricola non ha certo bisogno di presentazioni. E’ il fiore all’occhiello del vino di lusso made in Italy. Quotata su Aim Italia, è tra i leader italiani nella produzione di vini premium.

E da oggi rafforza la sua presenza in Germania, avendo sottoscritto un nuovo contratto di importazione e distribuzione a partire dal primo gennaio 2020 con Eggers & Franke Holding, a capo dell’omonimo gruppo e uno dei principali e più antichi operatori nel campo dei vini di alta qualità in Germania. La società si dedica infatti da oltre due secoli all’importazione e distribuzione di prodotti di alta gamma. E’ inoltre a capo di un gruppo che ricomprende cinque società specializzate come Eggers & Franke, Reidemeister & Ulrichs, Joh. Eggers Sohn, Ruyter & Ast e infine Ludwig von Kapff. Presidia quindi tutti i canali della distribuzione tedesca. Il portafoglio del gruppo include anche altri marchi italiani e internazionali fra i più pregiati, tra cui Frescobaldi, Gaja, Rothschild, Piper Heidsieck.

La Germania apre a nuovi successi per Masi Agricola

L’amministratore delegato di Masi Agricola, Federico Girotto, non nasconde la sua soddisfazione. “Siamo molto contenti di questo accordo. Il marchio Masi è ben presente e apprezzato in Germania da molti decenni. Però presenta ancora un significativo ulteriore e più ampio potenziale di sviluppo. Questo potenziale deve [quindi] essere valorizzato, mantenendo un forte ancoraggio con i nostri valori di marca, di azienda e della famiglia Boscaini e in una prospettiva di lungo termine”.

“Credo che ci siano tutte le condizioni per fare un buon lavoro con Eggers & Franke e le sue società di distribuzione”, le quali “offrono una possibilità unica di fornire una maggiore penetrazione, ampiezza e visibilità a tutto il nostro portafoglio. La presenza nella gastronomia italiana resta centrale”, ma da sola non basta più. “Occorre sviluppare una concreta segmentazione per posizionamento-prezzo e per canale distributivo, coerentemente con la vocazione dei diversi brand che compongono la nostra carta-vini. Un approccio sistemico che vogliamo implementare con determinazione”.

Una nota di colore milanese: Masi Agricola è fresca di partecipazione, insieme con Venini, alla decima edizione de “La Vendemmia” di Montenapoleone, l’evento meneghino che dal 7 al 13 ottobre 2019 ha animato le strade e le boutique del Quadrilatero.

Senza dimenticare che l’azienda della Valpolicella è stata fra i premium brand protagonisti a Cannes durante TFWA (Tax Free World Association) World Exhibition & Conference dal 29 settembre al 4 ottobre. In quell’occasione Masi Agricola aveva presentato in anteprima il Moxxé Pinot Grigio Ramato Brut 2018, nuovo rosato ideato per il pubblico del duty-free.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Vino Imprese Italia Europa
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.