PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Passioni dal lockdown: record per la pittura antica

Passioni dal lockdown: record per la pittura antica

Salva
Salva
Condividi
Wanda Rotelli
Wanda Rotelli

29 Maggio 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva

Il passato lockdown regala anche buone notizie, come la passione e il record per le aste dedicate alla pittura antica. Zenale e suor Orsola Maddalena Caccia in testa alla top ten

I recenti appuntamenti online con il mondo della pittura antica hanno prodotto esiti sorprendenti con percentuali di venduto che sfiorano il 100%, come è accaduto per la Rafael Valls Collection, dove un solo lotto è rimasto unsold.

Chi avrebbe mai scommesso che un settore di collezionismo sofisticato e che rifugge dalla superficialità come quello degli Antichi Maestri avrebbe partecipato con tale sprint alla corsa online? D’altra parte questo periodo totalmente inedito e drammatico si è rivelato il trionfo del detto e del contraddetto in molti ambiti. Forse che il tempo “in più” che ciascuno di noi ha avuto grazie alle ore frisparmiate agli spostamenti quotidiani e guadagnate in letture, approfondimenti e cura degli affetti ha vivificato una curiosità – più calma ed attenta – per il passato? Ad ogni modo, qualunque sia la personale opinione, abbiamo visto il Giovanni Battista di Bernardo Zenale combattuto per ben 30 volte e la tela di suor Orsola Maddalena Caccia – pittrice piemontese assai rara e valente – far registrare il proprio record d’artista con una natura morta con uccelli, moltiplicando per ben 20 volte la stima.

Courtesy Sotheby's

Il “Battista” e’ andato a 280.000 dollari e 265.000 dollari sono stati spesi per il quadro della pittrice e religiosa del ‘600, figlia d’arte, suo padre era Guglielmo Caccia detto Moncalvo dal paese del Monferrato, luogo di nascita dei due pittori.. Anche le 72 miniature di ritratti, provenienti dalla Pohl-Ströher Collection sono state tutte aggiudicate a collezionisti e operatori in gran parte europei e russi. Per la società l’altra buona news è che il 27 % degli acquirenti non aveva mai comprato prima da Sotheby’s. Il top lot della Valls Collection era costituito da un insolito, suggestivo doppio ritratto del 17 °secolo, raffigurante un gentiluomo in piedi accanto al ritratto incorniciato di una dama. Il dipinto è’ stato conteso fino a raggiungere i $ 340.000, ben venti volte la valutazione e contando 50 bid. Un regalo per una fortunata fidanzata? Un amore a distanza? In remoto, si direbbe oggi in questi strani giorni di semi-clausura…

Courtesy Sotheby's
Courtesy Sotheby's
Wanda Rotelli
Wanda Rotelli
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Opere d’Arte Aste Sotheby’s
ALTRI ARTICOLI SU "Opere d’Arte"
ALTRI ARTICOLI SU "Aste"
ALTRI ARTICOLI SU "Sotheby’s"