PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Lusso vincente: dal Trono di Spade alla Ferrari che innova

Lusso vincente: dal Trono di Spade alla Ferrari che innova

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

18 Gennaio 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva

Il lusso è un settore vincente, che come pochi altri tasta il polso del desiderio e del gioco umano. In questi tempi di pallidi rendimenti, è l’azionario che dà colore al portafoglio

I segreti di un (azionario) lusso vincente

Il lusso è un settore che come pochi altri tasta il polso del desiderio e del gioco umano. In questi tempi di pallidi rendimenti, è l’azionario che dà colore al portafoglio.

Spesso, “titoli vincenti coincidono con prodotti vincenti, ma non sempre”, dice Swetha Ramachandran, investment manager per le azioni del settore del lusso di Gam Investments. Ecco una carrellata dei titoli che nel 2019 hanno fatto bene anche grazie al saper cogliere le tendenze modaiole e di costume globali.

Azioni di spirito

Diageo è entrato nel successo de Il trono di spade (Game of Thrones, “GoT”) ispirandosi al personaggio di Tyrion Lannister e non solo. lanciando nel marzo 2009 il White Walker by Johnnie Walker, un whisky in edizione limitata e la Single Malt Scotch Whisky Collection, con un grande successo commerciale. Il White Walker by Johnnie Walker va servito appena tolto dal congelatore, perché la bottiglia congelata rivela la frase “L’inverno è arrivato”. Diageo ha inoltre lanciato la GoT Single Malt Scotch Whisky Collection, che comprende otto whisky, ognuno associato a ciascuna delle Case di Westeros, nonché il whisky “Night’s Watch” (guardiani della notte).

499 già sparite

La Ferrari ha annunciato cinque nuovi modelli, accelerando significativamente il ritmo di innovazione rispetto al passato. A partire dal settembre 2019, ha inoltre cominciato a consegnare i primi modelli della serie speciale “Icona”, Monza SP1 e SP2. Ciascuna delle 499 vetture di questa serie è già stata prevenduta in occasione del lancio, più di un anno fa.

Il lusso della collaborazione

Nel febbraio 2018, Moncler ha lanciato il progetto Moncler Genius. Si tratta di nuovo business model creativo per cui stilisti celebri creano collezioni distinte ogni mese, interpretando in manieira originale l’identità del marchio. Ad oggi, le collezioni si sono ecletticamente concentrate su segmenti diversissimi tra loro. Dallo streetwear all’alta moda, fino a una linea di abbigliamento per cani.

Nuovi stilisti, e i vecchi marchi risplendono

Quando una grande casa di moda cambia marchio, i mercati e gli appassionati temono. Ma spesso questi timori sono disattesi. È stato così per Alessandro Michele di Gucci, stilista che in brevissimo tempo ha infiammato le passerelle e il mercato, rilanciando il marchio a tempo di record. Uno dei primi candidati al ruolo di “ragazzo prodigio” di quest’anno, sembra essere il nuovo stilista di Bottega Veneta Daniel Lee, subentrato a Tomas Maier, al timone del marchio per 17 anni. Il motore di ricerca leader nel mondo della moda Lyst ha infatti nominato il brand “Marchio rivelazione del 2019”.

Lusso vincente anche grazie alla sostenibilità

Il 2019 è stato l’anno in cui, anche grazie a Greta Thumberg, la sostenibilità ha smesso di essere solo una parola politicamente corretta. I consumatori e gli investitori hanno ricalibrato le spese verso prodotti e modelli d’impresa sostenibili. Swetha Ramachandran ricorda che negli Stati Uniti, The RealReal, una piattaforma di rivendita di beni di lusso quotata nel 2019, ha annunciato una collaborazione con Burberry in favore dell’economia circolare.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Altri beni di lusso Millennials Gam