PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

State Street lancia in Borsa una nuova classe di Etf

25 Maggio 2018 · Teresa Scarale

  • I settori maggiormente rappresentati sono l’ Information Technology (22,28%), i beni di consumo ciclici (17,08%) e l’industria (10,97%)

  • La natura ibrida di questa strategia consente di muoversi con successo in vari contesti di mercato. La classe di azioni denominata in dollari Usa è stata molto richiesta a partire dal suo 2014

State Street Global Advisors ha lanciato oggi 25 maggio 2018 su Borsa Italiana la classe con copertura valutaria in euro dello Spdr Thomson Reuters Global Convertible Bond Ucits. Si tratta del primo e unico Etf sulle obbligazioni convertibili globali. Offre accesso a oltre 270 bond convertibili

Arriva in Borsa italiana una nuova classe dell’Etf sulle obbligazioni convertibili globali. Si tratta di una classe con copertura valutaria in euro dello Spdr Thomson Reuters Global Convertible Bond, Etf Ucits compliant. Il prodotto offre accesso a oltre 270 bond convertibili, di rating sia investment grade che sub investment grade. I settori maggiormente rappresentati sono l’ Information Technology (22,28%), i beni di consumo ciclici (17,08%) e l’industria (10,97%). Una curiosità: fra le dieci principali posizioni Telecom Italia Spa è l’unica italiana rappresentata. A lanciarlo è State Street Global Advisors.

Le obbligazioni convertibili sono titoli obbligazionari che coniugano le caratteristiche di azioni e obbligazioni. Il valore di un’obbligazione convertibile sale insieme a quello del sottostante, permettendo agli investitori di beneficiare delle fasi di rialzo dei mercati azionari. Allo stesso tempo, il flusso costante di cedole offre un certo grado di protezione dalle fasi di ribasso. Si tratta del cosiddetto “bond floor”, attivo nel caso in cui il valore dell’azione dell’emittente scenda. Rispetto ad un’allocazione mista in titoli azionari e obbligazionari, l’opzione di conversione in azioni ha un indubbio vantaggio. Consente agli investitori di beneficiare di entrambe le componenti dell’esposizione. Ossia di partecipare ai rialzi azionari, proteggendosi allo stesso tempo dai ribassi, grazie alla componente obbligazionaria.

I paesi in cui il fondo è registrato sono Svezia, Spagna, Regno Unito, Paesi Bassi, Norvegia, Lussemburgo, Italia, Irlanda, Germania, Francia, Finlandia, Danimarca, Austria.

Francesco Lomartire, responsabile di Spdr Etfs per l’Italia, ha aggiunto quanto segue. “Le obbligazioni convertibili vengono spesso descritte come un aereo a più motori. I quali non funzionano però contemporaneamente. La natura ibrida di questa strategia consente infatti di muoversi con successo in vari contesti di mercato. La classe di azioni denominata in dollari Usa è stata molto richiesta a partire dal suo lancio nel 2014”. Essa ha raccolto infatti oltre 750 milioni di dollari asset. Il lancio odierno della classe di azioni con copertura valutaria in Euro dello Spdr Thomson Reuters Global Convertible Bond Ucits Etf vuole fornire agli investitori un altro strumento per affrontare la volatilità crescente del contesto di mercato attuale.

Lo Spdr Thomson Reuters Global Convertible Bond Ucits Etf è l’unico Etf o fondo aperto appartenente all’universo dei “Convertible Bond Fund – Global”. Esso è classificato come fondo indicizzato, secondo la categorizzazione di Morningstar. Gli SPDR ETFs coprono una vasta gamma di asset class internazionali e nazionali. State Street ha creato il primo Etf quotato negli Usa nel 1993.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: