PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Fondi venture capital, vincono AI e tecnologie dei pagamenti

20 Febbraio 2019 · Teresa Scarale · 2 min

  • Secondo Global Data, è stata l’Intelligenza Artificiale ad attrarre il maggior numero di investimenti in forma di fondi venture capital nel 2018

  • Le fanno ottima compagnia le tecnologie più avanzate dei pagamenti digitali, trainate dalla cinese Ant Financial

A livello di industria, la disruption tech si sta allargando a macchia d’olio. E nei prossimi anni farà sentire sempre più la sua pervasività. Un ruolo, quello di AI e tecnologie di frontiera, che le strategie d’impresa non possono più ignorare. E i fondi venture capital lo sanno

Investimenti intelligenti

In mezzo a tutte le tecnologie emergenti, è l’Intelligenza Artificiale (AI) ad attrarre il maggior numero di investimenti in forma di fondi venture capital. Questi almeno sono i numeri relativi al 2018 secondo la società di analisi Global Data.

E’ un fatto comunque che la sempre maggiore diffusione della robotica e del machine learning nell’industria abbia spinto più di 1.900 investitori a finanziare 1.000 società dedicate allo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale. Fra queste, vi sono Horizon Robotics, Beijing SenseTime, e Yitu Technology che sono cinesi. Poi, Zoox e Pony.ai, della Silicon Valley.

Un fatto curioso

E’ interessante notare che che fra le tecnologie emergenti l’AI abbia la il rapporto più basso di “investors-to-idea ratio”, ossia il numero di venture capitalist sul numero di imprese finanziate.

I pagamenti tech

Dall’altro lato, le imprese attive nel segmento delle tecnologie dei pagamenti si collocano al primo posto nel 2018 con un “investors-to-idea ratio” pari a 2,4. Contribuiscono al risultato la crescita dell’ecosistema delle tecnologie di pagamento come i pagamenti via cellulare e le transazioni digitali. Per non citare le criptovalute e i sempre più popolari borsellini digitali, come il mastodontico YueBao.

Quella dei pagamenti digitali è una tecnologia che supera le altre emergenti anche per dimensione dei deal. Il segmento detiene una posizione di leadership come prevedibile anche grazie ai 14 miliardi di dollari di finanziamento ricevuti dalla cinese Ant Financial, la “madre” di Alipay, che a sua volta è l’analoga cinese di Paypal. Altre imprese che hanno ricevuto importanti finanziamenti sono state Bitmain Technologies, Revolut, Coinbase e Tradeshift.

I cosiddetti “early adopter” stanno affilando gli artigli, e la loro visione li premierà.

Kimsooja, The Sun Unfolded, galleria Raffaella Cortese. Courtesy Artgenève
Teresa Scarale
Teresa Scarale
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: