PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Fondi di private equity real estate alle stelle

Fondi di private equity real estate alle stelle

Salva
Salva
Condividi
Rita Annunziata
Rita Annunziata

17 Maggio 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Il 91% degli investitori prevede di mantenere o aumentare i propri investimenti nel 2019

  • Nel 2018 300 fondi hanno raccolto un totale di 124 miliardi di dollari

  • Il 40% dei gestori di fondi prevede una correzione del mercato nel 2019

I fondi di private equity real estate hanno raggiunto 900 miliardi in asset under management a partire dalla fine di giugno 2018. Lo rileva la società di ricerca e consulenza Preqin

I fondi di private equity real estate hanno conosciuto un notevole successo negli ultimi anni, ma dovranno affrontare delle sfide sempre più significative. È quanto emerge dal report “2019 Private Equity Real Estate Market Outlook” di EisnerAmper in partnership con Preqin, la società di ricerca e consulenza che fornisce informazioni e strumenti all’avanguardia per supportare in ogni fase del ciclo di investimento oltre 90 Paesi nel mondo. Secondo l’analisi di Preqin, in particolare, i fondi di private equity real estate hanno raggiunto 900 miliardi in asset under management a partire dalla fine di giugno 2018, segnando così un nuovo record per l’industria, riflesso di una crescita continua nel tempo sempre più forte per l’intera industria.

Livelli ancora record anche per il fundraising. Nel 2018, infatti, 300 fondi hanno raccolto un totale di 124 miliardi di dollari, rappresentando così il sesto anno consecutivo in cui il fundraising ha superato i 100 miliardi di dollari.

La positività dei dati rende sicuramente fiduciosi gli investitori immobiliari, che guardano con ottimismo al futuro del settore. Per il 2019, il 91% degli investitori prevede di mantenere o aumentare i propri investimenti. Il 26%, inoltre, punta addirittura a investire di più rispetto al 2018, contro il 9% che ridurrà invece i propri investimenti.

“I fondi di private equity real estate stanno attraversando un periodo di assestamento. Le valutazioni elevate e la crescita dei tassi d’interesse continueranno a rappresentare una sfida per l’industria nel 2019 – commenta Tom Carr, head of real estate – Se da una parte gli investitori puntano ad allocare più capitale, probabilmente il fundraising continuerà a rappresentare una prospettiva stimolante per molti manager”.

Ciononostante, ci sono diverse sfide alle quali bisognerà prepararsi. L’impennarsi del prezzo degli asset, infatti, sta riducendo le possibilità di rendimenti futuri, ma il 40% dei gestori di fondi prevede una correzione del mercato nel 2019. “Molti gestori stanno cercando di adattare il loro approccio modificando il loro profilo di rischio/rendimento, aprendosi a mercati diversi o offrendo delle strutture alternative agli investitori”, aggiunge Tom Carr, che conclude: “Il private real estate dovrà affrontare diversi cambiamenti. Gli investitori dovranno prendere le giuste misure per ottenere buone performance”.

Rita Annunziata
Rita Annunziata
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Venture & Private Equity Europa