PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Nexi, doccia fredda sull’Ipo: debutto in rosso a Piazza Affari

Nexi, doccia fredda sull’Ipo: debutto in rosso a Piazza Affari

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

16 Aprile 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Dopo un debutto in rosso del 4,44% a 8,59 euro il titolo di Nexi si è appesantito in pochi minuti fino a scendere del 5,4%

  • Nexi ha raccolto oltre 2 miliardi di euro con la quotazione a Piazza Affari

  • Per l’ad di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi, la quotazione di Nexi rappresenta “un segnale positivo per il Paese e conferma la fiducia da parte degli investitori internazionali”

Debutto in rosso a Piazza Affari per Nexi, la società di pagamenti digitali protagonista di una delle maggiori Ipo dell’anno in Europa. Il titolo, partito da un prezzo di 9 euro, ha chiuso a 8,44, con un calo del 6,22%

Doccia fredda al debutto per Nexi, la società di pagamenti digitali protagonista di una delle maggiori Ipo dell’anno in Europa. A pochi minuti dalla campanella di Piazza Affari che ha dato il via alle negoziazioni il titolo è progressivamente scivolato. E dopo un debutto in rosso del 4,44% a 8,59 euro si è appesantito in pochi minuti fino a scendere del 5,4% e a metà giornata è arrivato a perdere oltre il 7%, con le azioni poco sopra gli 8 euro. Un valore inferiore al prezzo di collocamento fissato a 9 euro. A fine giornata il titolo ha chiuso in calo del 6,22% a 8,44 euro. La società ha raccolto oltre 2 miliardi di euro con la quotazione a Piazza Affari.

Piazza Affari ha comunque salutato con soddisfazione lo sbarco di Nexi. E l’amministratore delegato di Borsa Italiana Raffaele Jerusalmi si è detto fiducioso sul percorso di Nexi, la cui quotazione “rappresenta un segnale positivo per il Paese, e conferma la fiducia da parte degli investitori internazionali oltre che domestici nelle prospettive di crescita della società e del mercato in cui essa opera”. Per Jerusalmi, infatti “quello del fintech è un settore in forte sviluppo a livello globale e siamo orgogliosi che anche una società italiana come Nexi si sia affermata tra i competitori di successo”.

“Crediamo che questa quotazione debba essere motivo di grande orgoglio per il Paese, una società di hitech che va in Borsa, una società che fa innovazione. Innovazione che al nostro Paese serve”, ha sottolineato l’amministrazione delegato di Nexi Paolo Bertoluzzo durante la cerimonia in Borsa per il primo giorno d quotazione della società. Bertoluzzo ha indicato quale motivo di orgoglio anche il fatto che Nexi “girando il mondo con il roadshow ha raccolto l’interesse di circa 340 investitori istituzionali sia italiani che internazionali: asiatici, europei, americani. È importante per noi vedere che hanno deciso di investire in una azienda italiana, che opera nel nostro paese, fatta da italiani”. “Per noi – ha sottolineato il manager riferendosi alla quotazione – questo non è un punto d’arrivo, è un passaggio importantissimo, ma è un nuovo punto di partenza che ci porta a guardare al futuro con ancora più senso di responsabilità”.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "Ipo & Spac"
ALTRI ARTICOLI SU "Borsa Italiana"
ALTRI ARTICOLI SU "Italia"