PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Meno banche e più software nei fondi azionari

Meno banche e più software nei fondi azionari

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

07 Settembre 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • L’esposizione ai titoli software degli equity funds di tutto il modo è salita dal 5,1% di inizio 2020 al 6,43% (agosto)

  • Sorpassati i titoli farmaceutici, fermi al 6%

     

  • Medaglia di bronzo per i titoli bancari (4,1%)

In un mondo che ancora non può dirsi covid free, tecnologia e digitale rivestono un ruolo sempre più importante – nella vita quotidiana ma anche e soprattutto nei portafogli. Secondo un report Coplay oggi i titoli software sono i primi in termine di allocazione dei fondi equity a livello globale

La crescente domanda e necessità di tecnologia, dalla comunicazione digitale alla sicurezza dei dati, ha costretto gli investitori a rivalutare il settore dei software. Tra i gestori globali, i livelli di esposizione hanno subito un’accelerazione record e oggi è questa la più grande allocazione – a discapito di prodotti farmaceutici e banche.

In un report Coplay Fund Research di agosto emerge con chiarezza: tra i primi sette titoli più investiti Microsoft, Salesforce e Intuit. I selezionatori di titoli hanno portato la loro esposizione al settore dal 5,1% di inizio 2020 al 6,43% (agosto). La società di consulenza ha esaminato i dati di 405 fondi azionari globali dal patrimonio complessivo di 800 miliardi di dollari: secondo quanto riportato dal Financial Times, il software rappresenta ora la più grande allocazione industriale dei fondi azionari globali, davanti alle società farmaceutiche e alle banche, le cui rispettive ponderazioni sono scese al 6% e al 4,1% .

 

Il software costituisce circa un terzo dell’intero settore tecnologico – le azioni tecnologiche sono aumentate negli ultimi anni, grazie all’enorme crescita di Facebook, Amazon e Alphabet. Ma la crisi del coronavirus e il conseguente aumento della domanda di tecnologie in grado di supportare lo smart working ha dato nuovo impulso al settore del software.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Risparmio Gestito