PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Il 2020 degli hedge fund: ecco i fondi dai rendimenti d’oro

Il 2020 degli hedge fund: ecco i fondi dai rendimenti d’oro

Salva
Salva
Condividi
Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani

25 Gennaio 2021
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • LCH investments ha reso nota la classifica degli hedge fund più performanti nel corso degli ultimi dodici mesi. Molto bene Tiger Global, male Bridgewater

  • L’industria dei fondi speculativi nel suo complesso ha incassato 127 miliardi di dollari, di cui la metà (63,5 miliardi) di dollari dai venti fondi più performanti

Il 2020 è stato un anno d’oro per l’industria degli hedge fund. Tiger Global, Millenium e Lone pine i migliori. Bridgewater e Renaissance in profondo rosso, mentre il fattore umano fa ancora la differenza

Nella matrioska dei rendimenti l’indivisibile parte è spesso rappresentata dagli hedge fund. Almeno all’apparenza. Essendo infatti la generazione dei rendimenti un gioco a somma zero c’è chi va male (tanti) e chi va bene (pochi). E così questo 2020 è stato chiarificatore che la cerchia elitaria dei fondi speculativi è ulteriormente scomponibile. Secondo una ricerca annuale di LCH investments la metà dei rendimenti generati dall’industria dei fondi speculativi nell’ultimo anno è attribuibile ad appena venti fondi.

I migliori hedge fund del 2020

Le turbolenze di mercato di questo 2020 non hanno smosso le certezze degli hedge fund, che a livello di industria sono anzi andati al rilancio, incassando 127 miliardi di dollari (in discesa dai 179 miliardi del 2019). Se ad ogni modo è stato un anno buono per il settore nel suo complesso, è stato un anno ottimo per i venti migliori fondi: il migliore da dieci anni a questa parte. Metà dei profitti realizzati (un terzo l’anno scorso) infatti sono attribuibili proprio a quest’ultimi.  “Quei manager in grado di distinguere tra vincitori e vinti del settore hanno ottenuto guadagni spettacolari”, ha affermato Rick Sopher, presidente di LCH, aggiungendo che i trader umani spesso hanno ottenuto risultati migliori rispetto alle strategie guidate dal computer. Sui tre gradini più alti del podio troviamo Tiger Global di Chase Coleman, che ha guadagnato $ 10,4 miliardi, seguita da Millennium di Israel Englander ($10,2 miliardi) e Lone Pine di Steve Mandel con $ 9,1 miliardi. A seguire Viking Global Investors di Andreas Halvorsen ($7,0 miliardi) e Citadel di Ken Griffin ($6,2 miliardi).

Vinti di alto lignaggio

Non ci sono vincitori senza che ci siano i vinti. Renaissance di Jim Simons ha incassato le perdite più sostanziose, con i fondi, a vocazione quantistica Institutional Diversified Alpha e Institutional Equities che hanno perso rispettivamente il 32% e il 20%, e uscendo dalla top venti. Anche per Bridgewater di Ray Dalio è stato un anno terribile, con 12,1 miliardi di dollari persi in soli 12 mesi. Il suo fondo Pure Alpha, che cerca di trarre profitto dalle tendenze macroeconomiche, ha perso il 7,6% lo scorso anno, sebbene i suoi fondi All-Weather abbiano guadagnato il 9,5%.

I migliori hedge fund di tutti i tempi

Nonostante le perdite comunque Bridgewater rimane in cima alla lista degli hedge fund più profittevoli di tutti i tempi,con $ 46,5 miliardi di profitti generati dalla sua fondazione nel 1975. Consolida la sua posizione al secondo posto il Soros Fund management, seguita a stretto giro da Lone Pine (in crescita di una posizione rispetto all’anno scorso). Infine, il Tiger Global, migliore hedge fund dell’anno, grazie alla sua performance, entra per la prima volta nella classifica dei migliori hedge fund di tutti i tempi, piazzandosi al 14° posto.

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Risparmio Gestito