PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Equity: la strategia per performare in tutti i cicli economici

Equity: la strategia per performare in tutti i cicli economici

Salva
Salva
Condividi
Giulia Schiro
Giulia Schiro

01 Aprile 2019
Tempo di lettura: 5 min
Tempo di lettura: 5 min
Salva
  • Nel lungo termine prevalgono i fondamentali e la crescita dei prezzi delle azioni converge verso la crescita degli utili per azione

  • I driver di lungo termine dei titoli “quality growth” non sono correlati ai cicli economici

  • Comgest Growth World è un fondo azionario internazionale che, su almeno 3-5 anni, offre agli investitori l’accesso a titoli di aziende promettenti su scala mondiale, con una crescita degli utili superiore alla media

L’analisi approfondita dei fondamentali per selezionare le sole società con crescita costante e persistentemente sopra la media degli utili, trend secolari, ottica globale, integrazione degli Esg, libertà da vincoli di benchmark e dalle tendenze di Borsa a breve termine permettono a Comgest Growth World di avere il top dell’universo azionario growth in un unico portafoglio

Il cavallo di battaglia dei gestori attivi è lo stock picking e mai come oggi viene confermata la sua importanza nel trovare opportunità per un portafoglio di investimento, poiché i mercati potrebbero non riuscire a valutare correttamente le aziende con un vantaggio competitivo forte e sostenibile e una crescita degli utili persistentemente sopra la media.
La crescita sostenibile degli utili per azione, abbinata all’elevato rendimento sul capitale investito, porta a rendimenti degli investimenti superiori e a un rischio inferiore rispetto alla media dei comparti azionari.

A sua volta lo stock picking convalida quindi l’efficacia dell’approccio bottom up, che non segue strategie di allocazione basate su settori o aree geografiche ma si focalizza interamente sui fondamentali societari. È ampiamente dimostrato che questi ultimi prevalgono nel lungo termine e che, a lungo termine, la crescita dei prezzi delle azioni converge verso la crescita degli utili per azione.
Questo rigoroso e meticoloso processo di selezione dei titoli permette anche di costruire portafogli difensivi concentrati, potenzialmente capaci di limitare le perdite durante le fasi ribassiste di mercato, in quanto i driver di lungo termine dei titoli “quality growth” non sono correlati ai cicli economici.
Se alla ricerca fondamentale approfondita si integrano i criteri Esg, si ottiene una valutazione della qualità dei titoli da inserire in portafoglio ancora migliore.

Comgest ha fatto proprio questo mantra nel costruire un fondo che permette all’investitore di avere il top dell’universo azionario growth globale in un unico portafoglio:

  • un consolidato e pluriennale processo di ricerca;
  • l’analisi dettagliata dei fondamentali per selezionare le sole società con crescita costante e persistente degli utili;
  • libertà da vincoli di benchmark;
  • rigore di fronte a fasi e volatilità dei mercati;
  • stile d’investimento globale;

sono gli elementi che caratterizzano il Comgest Growth World e che, amalgamati in un’unica strategia, permettono di sfruttare le opportunità che si presentano nei mercati di qualsiasi area geografica o settore e di aggiungere performance significative a lungo termine attraverso la maggior parte dei cicli economici.

Comgest Growth World è un fondo azionario internazionale che offre agli investitori l’accesso a titoli di aziende promettenti su scala mondiale, con una crescita degli utili superiore alla media.
La diversificazione è valutata a livello di portafoglio e non relativamente all’indice e la strategia d’investimento è orientata al lungo periodo, con un orizzonte di investimento di almeno 3-5 anni, altamente selettiva nella scelta dei titoli in portafoglio e indipendente dagli indici e dalle tendenze di borsa a breve termine.
Per i gestori del fondo è un fattore decisivo che le imprese siano in grado di determinare i prezzi e generare una crescita quanto più possibile indipendente, organica e duratura: questo si traduce in un portafoglio concentrato su 30-40 aziende selezionate e con ottimi livelli di innovazione, che diversifica le idee senza diluire le convinzioni dei gestori focalizzate su una crescita degli utili ricorrente e a doppia cifra.
I titoli in portafoglio danno un’esposizione ai trend economici di lungo termine, come la nascita della classe media in Asia, i pagamenti online o semplicemente società che riescono a crescere a ritmi sostenuti per periodi prolungati di tempo in settori che erano considerati growth in passato, come la vendita al dettaglio di capi d’abbigliamento.

Comgest Growth World si addice ad investitori consapevoli del rischio e alla ricerca di un investimento di tipo difensivo in titoli di aziende leader del mercato, con modelli societari redditizi consolidati negli anni.
Il fondo inoltre risulta particolarmente attraente per gli investitori che sono interessati ai fondi azionari con forte componente attiva e svincolati da benchmark e condizioni di mercato.
Chi sceglie questo comparto deve avere una filosofia d’investimento di lungo periodo e investe, con un’ottica globale, in un portafoglio di titoli selezionati di tutte le regioni d’investimento del mondo.

Nel 2019 i mercati resteranno probabilmente volatili a causa di una serie di fattori tra cui le tensioni commerciali, il rallentamento dell’economia cinese, la fine dello stimolo fiscale per l’economia Usa e un calo della fiducia dei consumatori e delle imprese in Europa. In questo contesto, gli sviluppi positivi delle società quality growth del fondo, oltre ai livelli relativamente elevati di prevedibilità degli utili, dovrebbero rendere i titoli più interessanti.
Abbiamo iniziato il nuovo anno nel segno della cautela, prestando grande attenzione sia alle valutazioni che alle opportunità di crescita. Abbiamo già ridotto o venduto diversi titoli dato che la traiettoria di crescita sul lungo periodo appare più incerta, soprattutto nei casi in cui le valutazioni appaiono superiori ai dati storici in termini relativi. Questo si è visto in particolare nei titoli dell’IT e dell’automazione industriale. Invece, come abbiamo sempre fatto, continueremo a investire in franchise quality-growth, che dovrebbero performare, preservare il capitale e aggiungere prestazioni significative nel lungo termine attraverso la maggior parte dei cicli economici. Al contrario, è difficile trovare questo tipo di opportunità nei finanziari, nelle materie prime, nelle utility e nelle telecomunicazioni.
Ma più che concentrarsi su un settore, cerchiamo sempre di attenerci alla nostra filosofia d’investimento che vede i fondamentali come il principale motore di un prezzo azionario e selezioniamo solamente società in grado di garantire una crescita costante nel lungo termine”, conclude il team di gestione composto da Vincent Houghton, Celine Piquemal, Zak Smerczak e Laure Negiar.

Giulia Schiro
Giulia Schiro
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Risparmio Gestito"
ALTRI ARTICOLI SU "Comgest"
ALTRI ARTICOLI SU "Azionari internazionali"