PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Efama, record di asset per i fondi comuni europei

01 Luglio 2019 · Francesca Conti · 2 min

  • I fondi comuni di investimento ad aprile hanno raggiunto i 10.234 miliardi, in aumento dell’1,8% rispetto a marzo 2019

  • Gli asset complessivi di fondi comuni e fondi alternativi europei ad aprile ammontano a 16.556 miliardi di euro

  • I fondi alternativi ad aprile sono cresciuti dell’1,1% a 6.322 miliardi di euro

I fondi comuni di investimento europei (Ucits) prendono il volo nei primi mesi del 2019. Secondo i dati di Efama ad aprile hanno già superato i 10.000 miliardi di euro

Il 2019 è già un anno da record per i fondi comuni di investimento europei. Secondo gli ultimi dati di Efama (European Fund and Asset Manger Association), l’associazione rappresentativa del mercato europeo per la gestione degli investimenti, gli asset investiti nel continente in fondi comuni Ucits hanno superato i 10.000 miliardi di euro. Nel dettaglio, ad aprile hanno raggiunto i 10.234 miliardi, in aumento dell’1,8% rispetto a marzo 2019. Su base trimestrale, tra gennaio e marzo 2019, questa tipologia di strumenti ha raccolto il 7,8% in più rispetto ai primi tre mesi dell’anno precedente.

I dati di Efama mostrano un aumento dell’1,5% – tra marzo e aprile 2019 – degli asset complessivi gestiti da fondi comuni e alternativi, per un totale di 16.556 miliardi di euro. Guardando ai soli fondi alternativi, l’associazione rileva un aumento mese su mese dell’1,1%, per un totale di 6.322 miliardi. Alcuni numeri sono tuttavia in chiaroscuro. Ad aprile infatti fondi comuni di investimento e fondi alternativi hanno registrato deflussi complessivi per 43 miliardi di euro, contro i soli 6 miliardi registrati a marzo. La raccolta dei fondi Ucits è stata però positiva e pari a 27 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 13 miliardi di euro registrati a marzo.

Efama, fondi comuni di investimento e alternativi
Efama, fondi comuni di investimento e alternativi

Gli Ucits a lungo termine hanno registrato afflussi netti per 14 miliardi di euro, in calo rispetto ai 16 miliardi di euro del mese di marzo. Rispetto ai soli fondi comuni di investimento:

  • I fondi azionari hanno registrato deflussi netti di 13 miliardi, in diminuzione rispetto ai deflussi di 23 miliardi di euro registrati a marzo.
  • Le vendite nette sui fondi obbligazionari sono scese a 25 miliardi, rispetto ai 43 miliardi di marzo.
  • I fondi multi-asset hanno registrato una raccolta netta di 4 miliardi di euro, che bilancia positivamente con i deflussi netti di 2 miliardi di euro dello scorso marzo.

“Nonostante gli incoraggianti dati macro economici e i rialzi del mercato azionario, i fondi comuni di investimento azionari hanno continuato a subire deflussi netti ad aprile, il che suggerisce che gli investitori restano preoccupati per le prospettive economiche globali“, commenta Bernard Delbecque, senior director for economics and research.

Francesca Conti
Francesca Conti
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.