PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Crisi di Governo, i fondi speculativi festeggiano

Crisi di Governo, i fondi speculativi festeggiano

Salva
Salva
Condividi
Livia Caivano
Livia Caivano

30 Maggio 2018
Salva
  • Brevan Howard e Discovery Capital Management scommettono sull’aumento dello spread

  • Nell’ultima settimana la domanda di prestito di titoli italiani è cresciuta di 1,2 miliardi di dollari

Il Savona-gate non smette di mietere vittime: lo spread si allarga e i rendimenti dei Btp crescono, i titoli bancari italiani perdono in media il 7%. Qualcuno che ci guadagna, però, c’è.

Se una parte del mercato piange lacrime amare sui ribassi della Borsa dell’ultima settimana, un’altra, quella dei fondi speculativi, brinda. Per i litigi della Lega e Movimento 5stelle con il Presidente Mattarella, le banche italiane e le reti di consulenza finanziaria hanno registrato ribassi che toccano il 7%. FinecoBank ha perso il 7,2%, Banca Generali il 6,7%Banco Bpm ha ceduto il 6,58%, Mediobanca il 6,08%. Si salva solo Banca Mediolanum in flessione ‘solo’ dell’1,57%. Secondo una ricostruzione di Milano Finanza, sono stati i grandi gestori di fondi ad aprire le danze e a iniziare a vendere: a partire da BlackRock e dallo speculativo Bridgewater.

Sono proprio gli hedge fund gli unici a ballare sulle ceneri dei titoli italiani. Secondo quanto riportato da MF, trai big del mondo dei gestori che maggiormente stanno traendo profitto dalla vendita di obbligazioni italiane c’è Alan Howard, il co-fondatore della società di hedge fund Brevan Howard. In particolare, un fondo speculativo minore e sconosciuto ai più, gestito personalmente da Howard, avrebbe scommesso sull’aumento dei costi dei titoli di Stato italiani rispetto a quelli della Germania.E così anche la Discovery Capital Management guidata da Robert Citrone. I portavoce di entrambi i fondi hanno rigiutato di commentare.

Complici le prospettive di un Governo anti- establishment, anti-euro e anti-debito e una crisi istituzionale ormai conclamata, per i fondi speculativi l’Italia sta diventando il cavallo perfetto su cui puntare. Le scommesse sulle obbligazioni italiane, aumentate a inizio anno, sono esplose negli ultimi giorni, fino a raggiungere i più alti livelli dalla crisi finanziaria del 2008. Non a caso, negli stessi giorni lo spread ha toccato e superato i 300 punti base (ai massimi dal 2012), con conseguente aumento dei rendimenti del decennale di oltre il 3%.

La domanda di titoli di Stato come indicatore del volume di vendite allo scoperto

Con il quantitative easing, i rendimenti dei titoli di stato di tutta l’eurozona si sono abbassati, rendendo di fatto poco redditizie le posizioni ribassiste in merito. Ma con l’allentamento, seppure graduale, della politica monetaria della Bce, la musica sembra cambiare. Solo negli ultimi 10 giorni il ‘prestito titoli’ del debito italiano è aumentato di oltre 1 miliardo di dollari, a fronte di un calo dei titoli europei non italiani di 800 milioni circa, i numeri più alti dalla crisi del 2008.

Il Qe ha distrutto ogni significato della parola rischio nel mercato dei titoli sovrani e una volta che la polvere si sarà depositata, il risveglio potrà rivelarsi molto crudo“, ha commentato in merito Joseph Oughourlian, fondatore di Amber Capital, il fondo speculativo con base a Londra. Il fondo, per coprire le proprie posizioni in titoli di banche italiane, ha scelto proprio le scommesse sull’allagamento dello spread e la vendita al ribasso obbligazioni di società italiane.

Le scommesse sono sì contro l’Italia ma riflettono anche le preoccupazioni per il cosìddetto rischio contagio: in settimana sono cresciuti anche i rendimenti dei titoli degli stati più deboli dell’eurozona, come il Portogallo, la Spagna e la Grecia. “Abbiamo visto crescere l’interesse a comprare volatilità, in particolare sulle banche europee, non solo in Italia, ma anche in altre realtà periferiche“, ha dichiarato James Conway, responsabile della strategia di equity trading di Citigroup per Emea. “Il tema è comprare protezione nei confronti dei paesi periferici “.

Livia Caivano
Livia Caivano
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Risparmio Gestito Hedge Invest