PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

I cinque segreti della liquidità: mai più senza soldi

I cinque segreti della liquidità: mai più senza soldi

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

08 Maggio 2020
Tempo di lettura: 10 min
Tempo di lettura: 10 min
Salva

L’impatto della crisi Covid sulle nostre vite ha reso più urgente sapere quali sono i segreti della liquidità: come fare per poter disporre delle risorse necessarie quando serve, con rapidità. We Wealth, leader nell’informazione destinata alla gestione patrimoniale, lo ha chiesto a tre insider più uno. Che risponde al nome di George Soros

Continua a leggere l'articolo.
Questo contenuto è riservato a tutti gli iscritti sul sito di We Wealth.

Registrati gratuitamente per poter vivere appieno i contenuti di We Wealth fatti su misura per te.

L’Italia è sempre stata uno dei paesi con il maggiore risparmio privato al mondo. Una montagna di ricchezza pari al doppio del debito pubblico, parcheggiata sui conti correnti. L’arrivo del coronavirus non ha fatto che aumentare la fame di liquidità. Secondo i dati Assogestioni per dire, a marzo 2020 gli italiani hanno spostato dal risparmio gestito un quantitativo di denaro pari a 8,7 miliardi euro. Aggiunge dettagli al quadro italiano la società di ricerca GlobalData (lo studio di riferimento è COVID-19 Sector Impact: Retail Savings & Investments – Italy) che prevede per il 2020 un’autentica impennata della domanda di depositi bancari:

I segreti della liquidità

 

La modifica delle previsioni è quasi sconcertante: la domanda di conti correnti nel 2020 aumenterà di oltre 3,5 volte rispetto alla prospettiva pre-Covid (5,1% contro 1,4%). L’effetto è destinato a perdurare anche nel 2021, seppur in misura più smorzata. Al di là dei depositi, i risparmiatori italiani potrebbero posizionarsi sulle care, vecchie obbligazioni. La crisi pandemica mette in guardia il risparmiatore italiano – per sua natura già prudente – dai prodotti più rischiosi come le azioni.

Anche all’estero crescono i fan di una liquidità senza segreti

Effetti analoghi si hanno però anche in paesi tradizionalmente avvezzi all’investimento azionario, come il Regno Unito:

I segreti della liquidità

Anche sul versante a stelle e strisce si riscopre il fascino del contante. La società di ricerca SpectremGroup ha infatti rilevato che i risparmiatori con almeno 100.000 dollari hanno destinato oltre il 32% del loro gruzzolo a contate nel mese di aprile. Sembra poco? A gennaio la quota era inferiore al 20%: l’aumento è stato di quasi il 60% in tre mesi. Un’altra ricerca (Learnbonds) mostra che sempre negli Usa il tasso di risparmio personale è volato al 13,1% nel marzo 2020. Si tratta del livello più alto da 40 anni: bisogna tornare infatti al novembre 1980 per trovare un tasso simile (13,2%).

Cosa faccio se ho 10.000 euro? Ma anche 1000… Tanto il ragionamento è lo stesso

Iniziamo il nostro viaggio, in ordine decrescente di liquidità. Il fine è sempre quello di (imparare) a essere strategici con il proprio denaro, per vivere meglio. Saper gestire la propria liquidità senza segreti, come se fosse in un armadio ordinato: a portata di mano gli indumenti di stagione, nei ripiani più alti ciò che al momento non serve, ma che a breve servirà. Avendo tutto sotto controllo.

Uno. La reginetta del parcheggio

Poche storie. In tempo di crisi il denaro contante serve a portata di mano.