PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Assogestioni, la raccolta frena di 6 mld nel 2° trimestre

Assogestioni, la raccolta frena di 6 mld nel 2° trimestre

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

30 Agosto 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Nel 2° trimestre del 2019 la raccolta netta del risparmio gestito italiano perde 6,1 miliardi rispetto al trimestre precedente

  • La raccolta da inizio anno è positiva e ammonta a 49,2 miliardi

  • Il patrimonio segna un nuovo record storico a 2.209 miliardi

  • Nel trimestre i prodotti obbligazionari raccolgono 1,852 miliardi, i fondi monetari 1,292 miliardi e i bilanciati 643 milioni

Il risparmio gestito italiano subisce una forte battuta d’arresto nel 2 trimestre: la raccolta cala di oltre 6 miliardi. Il patrimonio segna però un nuovo record storico a 2.209 miliardi. I dati di Assogestioni

La raccolta del risparmio gestito italiano perde slancio nel secondo trimestre e chiude in flessione di 6,1 miliardi. Ma il patrimonio segna un nuovo record storico a 2.209 miliardi. Questa in sintesi la fotografia scattata da Assogestioni, nella mappa trimestrale del risparmio gestito relativa a aprile-giugno 2019.

Il sistema, spiega Assogestioni, registra nel secondo trimestre una flessione di oltre 6 miliardi, che porta la raccolta netta da inizio anno a 49,2 miliardi. Crescono invece le masse, grazie all’effetto della gestione, fino a raggiungere un nuovo massimo storico.

Obbligazioni, fondi monetari e bilanciati hanno catalizzato le scelte di investimento dei sottoscrittori italiani. I prodotti obbligazionari raccolgono infatti 1,852 miliardi, i fondi monetari 1,292 miliardi e i bilanciati 643 milioni.

Prosegue il calo dei fondi azionari, la cui raccolta netta è negativa per 4,1 miliardi, in deciso rallentamento rispetto ai -1,7 miliardi registrati nel primo trimestre. Migliorano leggermente gli hedge fund (-132 miliardi rispetto a -137 del primo trimestre).

Gli obbligazionari sono anche i primi per patrimonio gestito, rappresentando con 394,869 miliardi circa il 38,4% del patrimonio totale dei fondi aperti di lungo termine. Seguono i flessibili (24,5% a 251,589 miliardi) e gli azionari (21,9% a 224,923 miliardi). Bene anche il patrimonio gestito dei fondi monetari, che ammonta a 35,698 miliardi.

dati Assogestioni - 2 trimestre
dati Assogestioni - 2 trimestre

E i Pir? I fondi aperti Pir compliant – fa sapere ancora Assogestioni – riportano deflussi per 348,3 milioni di euro. Il loro patrimonio promosso a fine giugno 2019 ammonta a 18,5 miliardi.

La classifica dei protagonisti del settore

Guardando ai protagonisti del settore, solo 5 tra i primi 10 gruppi del risparmio gestito italiano riportano una raccolta in positivo. Al primo posto c’è Intesa Sanpaolo, con una raccolta positiva per 1,305 miliardi e un patrimonio gestito di 400,651 miliardi. Seguono il gruppo Mediolanum con 281,5 milioni, Axa con 175,5 milioni, Pramerica con 124,5 milioni e infine Allianz con 68,9 milioni. Il peggiore è stato il gruppo Generali, con una raccolta negativa di 1,968 miliardi, che resta però al primo posto per patrimonio gestito con 504,852 miliardi.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "Risparmio Gestito"
ALTRI ARTICOLI SU "Assogestioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Intesa Sanpaolo"