PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Anima, al via l'accordo con Poste sul risparmio gestito

Anima, al via l'accordo con Poste sul risparmio gestito

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

02 Novembre 2018
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • A partire dal 1° novembre è efficace la scissione parziale da BancoPosta Fondi Sgr delle attività di gestione di attivi sottostanti prodotti assicurativi di Ramo I

  • I prodotti vanno a favore di Anima Sgr, di cui Anima Holding rimane unico socio

  • L’accordo di collaborazione nell’ambito del risparmio gestito avrà efficacia per 15 anni

Dal 1° novembre è diventato efficace l’accordo tra Anima e Poste Italiane in base al quale Anima diventerà il gestore di circa 70 miliardi di masse di Ramo I di Poste Vita

Adesso è ufficiale. A partire da ieri è efficace la scissione parziale delle attività di gestione di attivi sottostanti a prodotti assicurativi di Ramo I di Poste Vita da BancoPosta Fondi Sgr (Bpf) in favore di Anima Sgr, di cui Anima Holding, all’esito dell’operazione, rimane unico azionista. Un accordo già annunciato a fine anno scorso che ora è pronto per la prova dei mercati.

In base all’intesa, Anima diventerà pertanto il gestore di circa 70 miliardi di masse di Ramo I di Poste Vita. In linea con gli accordi sottoscritti, da ieri è diventato efficace anche l’accordo di partnership – con durata di 15 anni – in virtù del quale Anima Sgr continuerà a gestire in delega organismi di investimento collettivo del risparmio istituiti da Bpf e fondi interni relativi ai prodotti assicurativi del Ramo III collocati dal gruppo Poste Italiane.

Poste Italiane mantengono il 100% di BancoPosta Fondi Sgr con l’obiettivo di farne un centro di competenze nella gestione degli investimenti finanziari di tutto il gruppo. Nello specifico, BancoPosta Fondi Sgr si occupa direttamente della strutturazione dei prodotti di risparmio gestito del gruppo e si avvale dei migliori gestori sul mercato, tra cui Anima come partner strategico. Intanto sono positivi i dati di entrambe le società. A settembre la raccolta di Anima Holding è stata positiva per 312,9 milioni e quella di Poste altrettanto positiva per 795,8 milioni.

Il closing dell’operazione è stato realizzato con leggero anticipo, dato che la previsione era per fine anno. L’accordo garantisce una sistemazione più definitiva alla parthership nata nel 2015. Ad oggi l’intesa prevede da parte di Anima:
1. l’originazione di nuovi prodotti per Banco Posta Fondi
2. la gestione dei prodotti in delega, ovvero gli stessi suggeriti da Anima come innovazione di prodotto o prodotti già esistenti
3. la formazione sulla rete di vendita di Poste, dalla spiegazione dei prodotti e delle politiche di gestione al cliente, all’analisi delle tendenze di mercato, all’assistenza.

L’accordo si era già implicitamente allargato da quando, nel 2016, Anima ha iniziato a gestire in delega anche delle soluzioni unit linked. Adesso la società diventerà un gestore di riferimento anche per il mondo Vita tradizionale. Ad oggi la partnership è piuttosto completa, in quanto Anima gestisce in delega: fondi comuni per conto di Banco Posta Fondi, sottostanti a polizze united linked e, da adesso, la componente in titoli di Stato sottostante al Vita tradizionale (Ramo I di Posta Italiane), oltre che l’attività di formazione.

I commenti

Il giorno dell’annuncio Matteo Del Fante, amministratore delegato di Poste Italiane aveva commentato: “Questo accordo con Anima, che segue di pochi giorni il nuovo accordo sottoscritto con Cdp sul risparmio postale, contribuirà a un robusto sviluppo del comparto del risparmio gestito di Poste. Con Anima arricchiamo la gamma dei prodotti che offriamo nei nostri uffici postali per soddisfare le esigenze dei risparmiatori italiani. Siamo particolarmente soddisfatti di queste due operazioni pilastri del nuovo Piano industriale con cui ci presenteremo al mercato all’inizio dell’anno”.

Lo stesso giorno era intervento anche Marco Carreri, amministratore delegato di Anima Holding. Secondo il manager, “la nuova intesa con il gruppo Poste consentirà ad Anima di compiere un salto dimensionale rilevante e di migliorare ulteriormente il posizionamento competitivo e, al tempo stesso, permetterà al gruppo Poste di mantenere un’offerta di prodotto personalizzata e caratterizzata da elevata qualità”.

I protagonisti

Il gruppo Anima è un operatore indipendente attivo in Italia dell’industria del risparmio gestito, con un patrimonio complessivo in gestione di oltre 103 miliardi di euro (a fine settembre 2018). Sintesi di percorsi e specializzazioni differenti e complementari, il gruppo Anima si presenta oggi con una gamma di prodotti e di servizi tra le più ampie a disposizione sul mercato. Il gruppo Anima articola la propria offerta in fondi comuni di diritto italiano e Sicav di diritto estero. Opera anche nel settore della previdenza complementare per aziende e privati, e in quello delle gestioni patrimoniali e istituzionali.

Poste Italiane è la più grande rete di distribuzione di servizi in Italia. Le sue attività comprendono i servizi postali, finanziari e assicurativi, i sistemi di pagamento, di telefonia mobile e digitale. Con una storia di oltre 150 anni e grazie a una rete di 12.800 uffici postali, più di 135 mila dipendenti, 510 miliardi di euro di masse gestite e più di 34 milioni di clienti, Poste Italiane è parte integrante del tessuto sociale e produttivo del Paese e rappresenta una realtà unica in Italia per dimensioni, riconoscibilità, capillarità e fiducia.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Risparmio Gestito Anima Poste Italiane