PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Negli Usa ora i millennials sono più dei baby boomers

Negli Usa ora i millennials sono più dei baby boomers

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

08 Maggio 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Millennials: 72,1 milioni

  • Baby boomers: 71,6 milioni

  • Generazione X: 65,2 milioni

Dopo la seconda guerra mondiale un boom di nascite ha dato vita a una generazione che fino al 2019 è stata la più numerosa. Secondo i dati dell’ufficio del censimento degli Stati Uniti, però, con i flussi migratori nuovi giovani sono entrati nel paese, cambiando la situazione. Ecco tutti i numeri

I millennial hanno superato i baby boomer e sono la più generazione di adulti con più individui degli Stati Uniti: a dirlo è l’ufficio del censimento Usa. Secondo una rilevazione avviata a luglio 2019 i nati tra il 1981 e il 1996 sono 72,1 milioni mentre i nati tra il 1946 e il 1964 si fermano a 71,6 milioni. La generazione X (1961- 1981) conta 65,2 milioni di persone e le previsioni dicono che supererà i baby boomer entro il 2028.

 

Mentre i boomers – che devono il loro nome al ‘boom’ di nascite degli Stati Uniti del dopo guerra – invecchiano, gli Usa vedono crescere il numero dei giovani grazie al fenomeno migratorio. Poiché le generazioni sono costrutti analitici, ci vuole tempo affinché il consenso popolare ed esperto si sviluppi sui confini precisi che delimitano una generazione da un’altra. All’inizio del 2018, il Pew Research Center (think tank statunitense che fornisce informazioni su problemi sociali e opinione pubblica) ha valutato le misure demografiche, il mercato del lavoro, le attitudinali e i comportamenti per stabilire un endpoint – sebbene inesatto – per la generazione dei 30enni di oggi. In base a questa definizione aggiornata, il più giovane millennial è nato nel 1996.

 

Secondo le stime del Pew la popolazione dei nati tra il 1981 e il 1996 grazie ai flussi migratori, dovrebbe raggiungere il suo picco nel 2033, portandosi a quota 74,9 milioni di individui. A quel punto il millennial più anziano avrà 52 anni e la mortalità dovrebbe superare l’immigrazione netta. Entro il 2050 il dato scenderà a 72,2 milioni. Per quanto riguarda in vece la Generazione X, si prevede invece che supereranno il numero di baby boomer nel 2028, quando il loro numero salirà a 63,9 milioni e i più grandi saranno invece diventati 62,9 milioni. Secondo il Census Bureau la popolazione della Gen X raggiungerà il suo picco a quota 65,6 milioni (nel 2015).

I baby boomer hanno sempre avuto una presenza fuori misura rispetto alle altre generazioni. Hanno raggiunto il picco di 78,8 milioni nel 1999 e sono stati la più grande generazione di adulti viventi fino al 2019. Le stime dicono che entro la metà del secolo, la popolazione boomer dovrebbe ridursi a 16,2 milioni.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Outlook e Previsioni Millennials