PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

S&P: Pil eurozona in calo del 10% se lockdown dura 4 mesi

S&P: Pil eurozona in calo del 10% se lockdown dura 4 mesi

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

26 Marzo 2020
Salva
  • Coronavirus: S&P Global prevede una flessione del Pil dell’ Eurozona di “circa il 2%” nel 2020

  • Se il lockdown dovesse durare 4 mesi è previsto un crollo del 10%

L’agenzia di rating ha stimato una contrazione del Pil dell’Eurozona del 2% nel 2020. Stando alle previsioni, un lockdown di 4 mesi porterebbe a un crollo del 10%

A causa delle ricadute economiche derivanti dalla pandemia di Coronavirus, le economie dell’eurozona e della Gran Bretagna affronteranno la recessione nel 2020, con un calo del Pil stimato di circa il 2%. Lo si legge in un report pubblicato giovedì da S&P Global. Rispetto alle stime del 2019, il dato rappresenta una perdita del valore di 420 miliardi di euro in termini di Pil reale nel 2020. Tuttavia, l’agenzia di rating si attende un graduale rimbalzo nel 2021 di almeno il 3% per l’Eurozona e del 3,8% per la Gran Bretagna. Per gli analisti di S&P nella seconda metà del 2020 avrà inizio la ripresa che però “richiederà ancora tempo”, poiché “le perdite di posti di lavoro e l’incertezza rallenteranno il ritorno ai livelli precedenti di consumi, investimenti e commercio”.

 

Guardando ai singoli paesi, l’Italia si aggiudica la maglia nera, con una contrazione prevista per il Pil italiano nel 2020 del 2,6%. Inoltre, esperti di S&P si attendono una flessione del Pil del 2,1% per la Spagna, dell’1,9% per la Germania e dell’1,7% per la Francia. “Le risposte rapide e coraggiose adottate ora sono la chiave per evitare perdite permanenti del Pil più avanti” si legge nel report in riferimento alle misure messe in campo dalle istituzioni e dai governi.

Gli esperti avvertono però che i rischi sono ancora al ribasso “poiché la pandemia potrebbe durare più a lungo ed essere più diffusa di quanto previsto finora”. Se il lockdown, ad esempio, dovesse durare 4 mesi, secondo gli esperti, il Pil della zona euro potrebbe subire un calo fino al 10% quest’anno.

Martedì, anche l’agenzia di rating Moody’s ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita per il 2020 di fronte ai danni economici causati dall’emergenza in corso. Gli esperti hanno stimato un crollo del Pil dell’Eurozona del 2,7% con una flessione del 5,7% nel primo trimestre e del 7,4% nel secondo trimestre. Il rapporto dal titolo: ‘COVID-19: Global Economic Tsunami’ parla di uno shock senza precedenti per le economie dei paesi del G20.

 

 

 

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Outlook e Previsioni S&P