PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Sostenibilità: un futuro all’insegna dell’impact investing

Sostenibilità: un futuro all’insegna dell’impact investing

Salva
Salva
Condividi
Virginia Bizzarri
Virginia Bizzarri

29 Gennaio 2021
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Andrew Lee (Ubs Global Wealth Management): “il focus sugli investimenti sostenibili si sta spostando verso soluzioni più mirate e a impatto”

  • Per il 62% dei family office gli investimenti a impatto rappresentano un focus chiave

  • Secondo Ubs, l’aumento della domanda di investimenti sostenibili porterà ad una forte crescita del mercato dei provider di dati e analisi esg

Secondo gli esperti di Ubs, l’impact investing sarà sempre più al centro del panorama finanziario globale, costituendo un importante driver di crescita nel mondo della finanza sostenibile

La crisi pandemica ha inevitabilmente accentuato l’attenzione degli investitori (e non solo) su questioni legate alla sostenibilità. Stando ai dati elaborati da Morningstar, alla fine del terzo trimestre 2020 gli asset in fondi comuni di investimento sostenibili ed Etf hanno raggiunto un massimo storico di 1,2 mila miliardi di dollari. Ma nell’universo della finanza sostenibile è in arrivo una nuova ondata di crescita che sarà trainata dall’impact investing. A svelarlo è un white paper pubblicato da Ubs in occasione del World Economic Forum di Davos, che identifica e analizza i principali trend esg che guideranno il 2021.

L’ascesa degli investitori a impatto

“Ci aspettiamo che gli investitori spostino sempre più la loro attenzione (e i loro portafogli) verso l’impatto nel mondo reale dei loro investimenti nel 2021 e oltre” spiega Andrew Lee, head of sustainable and impact investing, di Ubs Global Wealth Management, sottolineando il crescente interesse da parte degli investitori per le tematiche esg. Tuttavia, l’integrazione di questi fattori sta ormai diventando “mainstream” nei processi di investimento. Per questo motivo “il focus sugli investimenti sostenibili si sta spostando verso soluzioni più mirate e a impatto” sottolinea Lee. A conferma di questa tendenza, una recente ricerca condotta da Ubs ha evidenziato che gli investimenti a impatto rappresentano e rappresenteranno un focus chiave per oltre la metà (62%) dei family office. Tutto questo, secondo gli esperti di Ubs porterà a un aumento degli investimenti mirati in aree come clima, la scarsità di risorse, la diversità, l’alimentazione, l’agricoltura e l’assistenza sanitaria.

Fame di dati

Tra i trend identificati nel report, Ubs si attende una forte crescita della domanda di dati sulla sostenibilità da parte degli operatori. “Riteniamo che una maggiore domanda di investimenti esg richiederà un’ulteriore adozione di dati e analisi Esg, compresi rating e punteggi esg da parte dei fornitori di servizi di informazione”. Secondo le stime del gruppo bancario svizzero, questo potrebbe portare la dimensione del relativo mercato dei dati e dei servizi a oltre 5 miliardi di dollari (in ricavi annuali) nei prossimi cinque anni.

Virginia Bizzarri
Virginia Bizzarri
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Outlook e PrevisioniUbs