PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Non solo Usa, agosto da record anche per le azioni Europa

Non solo Usa, agosto da record anche per le azioni Europa

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

01 Settembre 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva

L’agosto appena trascorso si conferma da record anche per le azioni Europa, mai così al rialzo dal 2009. La pandemia fa bene ai mercati?

Azioni Europa al top nell’agosto dei record. In barba alla crisi, il mese delle feriae Augusti è il migliore di sempre dal 2009 per l’azionario del Vecchio Continente. Milano brinda a un +2,8% (così come l’Euro Stoxx 600), Francoforte chiude con un +5%, Parigi con un rialzo del 3,3%, Madrid invece conclude il mese con un +1,3%. Le Borse ignorano la crisi pandemica grazie alla liquidità e alla speranza di un vaccino, commentano da Equita Sim.

“Il mese di agosto ha visto mercati azionari ancora in crescita (Global Equities +6%) con nuovi massimi storici per il Nasdaq e l’S&P500, supportati dalle aspettative dello sviluppo di un vaccino anti-covid a stretto giro, dal progressivo recupero dell’attività economica globale post lockdown (seppur con importanti differenziazioni geografiche e settoriali) e nonostante il recente aumento dei contagi da covid-19 in diversi Paesi europei”.

Gli analisti ritengono tuttavia che “i driver principali per i mercati restino il forte supporto di liquidità delle Banche Centrali e le aspettative di politiche economiche e fiscali espansive dei Governi per risollevare l’economia. Nel nostro portafoglio raccomandato ‘ammontare investito è pari ora al 93,4% dal 92% del mese”.

Notizie positive anche sul fronte spread. L’indicatore ha infatti chiuso la giornata del 31/08 in calo a 146 punti, contro i 151 della chiusura di venerdì 28/08, nonostante l’Istat abbia rivisto al ribasso la stima del secondo trimestre 2020, il più colpito dalla pandemia. In particolare, nel periodo aprile-giugno l’economia italiana è diminuita del 12,8% rispetto ai tre mesi precedenti, calando del 17,7% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. La stima preliminare dello scorso 31 luglio indicava un calo rispettivamente del 12,4% congiunturale e del -17,3% tendenziale. Sempre l’Istat ha poi comunicato che l’inflazione di agosto ha registrato un aumento dello 0,3% mese su mese, con una diminuzione dello 0,5% su base annua (il mese precedente era -0,4%). L’inflazione acquisita per il 2020 fino a oggi è dunque pari a zero per l’indice generale (+0,8% per la componente di fondo).

Guardando a Piazza Affari, Equita aggiunge che “il Recovery fund rappresenta senza dubbio un elemento di forte discontinuità per l’Europa e ha eliminato un rischio di coda per l’Italia”.

Tuttavia, il forte recupero dei mercati dai minimi di marzo e un’intensità della ripresa economica ancora troppo fragile portano la merchant bank ad avere un atteggiamento ancora prudente su banche, consumi e settori ciclici. Si privilegiano invece i settori più difensivi ed esposti ai temi d’investimento legati ai piani europei (utility, telecomunicazioni, infrastrutture/cemento) e/o esposti a trend strutturali come la digitalizzazione (FinecoBank, Reply). Infine, Equita aggiunge che “il mercato italiano sta trattando con un P/E 2021E di 14 volte (e 24 volte sul 2020), a premio del 10% circa rispetto alla media storica e con utili 2021 che sulla base delle nostre stime saranno ancora inferiori del 14% rispetto al 2019”.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
caporedattore
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Outlook e Previsioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Azionari Europa"
ALTRI ARTICOLI SU "Azionari Europa"