PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Nel 2030 la Cina sarà la prima economia a livello mondiale. Usa al terzo posto

10 Gennaio 2019 · Giorgia Pacione Di Bello · 2 min

  • Nel 2030 i primi dieci posti saranno occupati dalle economie dei Paesi emergenti

  • Fuori dalla top ten: Italia, Gran Bretagna, Francia e Canada

Secondo la ricerca pubblicata da Standard Chartered in un decennio la classifica mondiale dell’economia cambierà notevolmente

Gli Usa perderanno la leadership delle maggiori economie mondiali. Entro il 2030 finirà infatti dietro Cina e India, posizionandosi al terzo posto. A dirlo è stata l’annuale ricerca pubblicata da Standard Chartered, società inglese di servizi finanziari. La Cina riuscirà dunque a superare gli Usa, come più grande economia al mondo, in un decennio. Ma non solo, secondo il report i primi dieci posti a livello mondiale saranno occupati da Paesi emergenti, che attualmente risultano essere fuori dalla classifica. E infatti, dopo gli Usa (al terzo posto), al quarto ci sarà l’Indonesia, al quinto la Turchia, e al sesto il Brasile.

Entrando nel dettaglio. Tra i Paesi in salita ci sono il Brasile, l’Egitto e la Russia. Il Brasile (unico Paese latino americano) nel 2030 avrà un Pil di circa 9 mila miliardi di dollari, l’Egitto, di 8,2  e la Russia con uno di 7,9. L’economia dell’India è prevista in forte crescita. E’ stato infatti stimato che la crescita sarà attorno al 7%, nell’attuale esercizio finanziario, dando un po’ di respiro al primo ministro Narendra Modi che vuole ottenere un secondo mandato alle elezioni di maggio. Modi spera dunque in una crescita sostenuta grazie soprattutto ad un pacchetto finanziario ad hoc, che verrà presentato il 1° febbraio, per gli agricoltori.

Futuro non positivo per il Giappone e la Germania. Il gigante asiatico, in caduta libera, si posizionerà, infatti, nella parte bassa della classifica al nono posto, con un Pil di 7 mila miliardi di Pil. E  la Germania al decimo con un Pil di quasi 7 mila miliardi di dollari. Inoltre, ci sono anche Paesi come: Regno Unito, Italia, Francia e Canada che usciranno definitivamente dalla classifica delle prime dieci economie del mondo.

Come mai questo ribaltamento nella classifica? Secondo il report il motivo è da imputarsi principalmente ad una crescita della classe media nei Paesi emergenti. Questa infatti, stando ai dati del report, crescerà a partire dal 2020 avendo effetti positivi sull’economia dei singoli Paesi in questione.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: