PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Miliardari: ecco gli hub del futuro

Miliardari: ecco gli hub del futuro

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

15 Aprile 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • La classe media di paesi come la Cina e l’India sta crescendo molto rapidamente e sta riuscendo a mettere da parte una grossa somma di ricchezza

  • La zona asiatica sarà l’area dove cresceranno maggiormente i miliardari. L’Europa avrà un segno più ma sarà molto più debole

Tra dieci anni quanti miliardari ci saranno? Dove saranno localizzati? La zona asiatica giocherà un ruolo sempre maggiore all’interno del mondo economico – finanziario

Cina, India, Emirati Arabi, Indonesia e ancora Egitto e Kenya. Queste le area dove aumenterà la popolazione di individui ultra milionari. A dirlo è l’ultima ricostruzione fatta da Visual capitalist, sito di economia e trend del mondo della finanza.

E dunque come mai in queste aree? Uno dei motivi più lampanti è lo sviluppo crescente che stanno avendo queste zone. La classe media è in rapida ascesa e l’accumulazione di ricchezza è molto più facile. In Cina per esempio è prevista, tra 10 anni, una variazione in termini di aumento di individui ad alto reddito del 136%. L’India addirittura supera il dragone registrando un +238%. E gli Emirati Arabi un +157%. Dati che non devono stupire se si pensa che l’equilibrio economico-finanziario si sposterà proprio nell’area asiatica e Cina e India saranno i protagonisti indiscussi sulla scena globale. In crescita però anche gli Usa (+67%), il Canada (+55%). I paesi dell’Europa registreranno anche loro nei prossimi 10 anni degli incrementi, ma in misura ridotta rispetto a l’area orientale. E dunque l’Italia registrerà un +18%, la Francia un +30% la Spagna un +20%, il Regno Unito un +37% e l’Irlanda un +52%.

Fonte: VisualCapitalist

Facendo un salto ai giorni nostri si può notare come il primato per numero di paperoni sia tutto a stelle e strisce con gli Usa al primo posto (240.575). Si è registrato, rispetto all’anno passato un aumento dei soggetti ad alto redditi del 5,9%. Al secondo posto troviamo la Cina con 61.587 paperoni e una crescita del 14,7%. Al terzo posto la Germania con 23.078 e una variazione percentuale dello 0,8%. L’Italia si posiziona al settimo posto con 10.701 ricchi, seguita dal Canada (9325) e dalla Russia (8924). A chiude la Top10 dei paesi dove ci sono più miliardari al mondo è la ricca Svizzera che conta solo 8.395 soggetti ad alto reddito.

Il coronavirus sta però cambiano molto le carte in tavola. C’è da dire che i più ricchi hanno sempre la possibilità di cadere in piedi. Ma questo potrebbe anche andare ad aumentare sempre di più il divario tra gli individui ad alto reddito e una classe media, che nei paesi sviluppati, è sempre più debole.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Outlook e PrevisioniItaliaEuropa
ALTRI ARTICOLI SU "Outlook e Previsioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Italia"
ALTRI ARTICOLI SU "Europa"