PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Investimenti responsabili come strategia mainstream

05 Giugno 2018 · Teresa Scarale

  • Una definizione di “investimenti responsabili”

  • I dati

  • Le prospettive

Columbia Threadneedle Investments illustra come i molti approcci di investimento responsabile abbiano creato scetticismo e incertezza sulla indubbia performance delle imprese che adottano i criteri Esg

Cosa ne è oggi degli investimenti responsabili

Il 2018 potrebbe essere un anno di svolta per gli investimenti responsabili. Nei prossimi 12 mesi il settore dovrà infatti rispondere dello scetticismo corrente.

Una definizione omnicomprensiva

Lo studio di Columbia definisce gli investimenti responsabili come un approccio che associa:

  1. i criteri Esg.
  2. La filosofia della sostenibilità in materia di:
    • ricerca.
    • Selezione.
    • Integrazione.
    • Gestione (engagement).
  3. Voto per delega.
  4. Profilazione dei portafogli.
  5. Reportistica ai clienti.

Nell’ambito di tale definizione, la ricerca Esg svolta secondo consente di esaminare qualità, leadership, cultura e standard operativi delle pratiche aziendali. Il settore però deve lavorare ancora molto affinché questi investimenti possano rientrare fra le strategie mainstream. Bisogna considerare infatti che i servizi di valutazione e la ricerca Esg generano spesso risultati significativamente diversi e persino contraddittori.

Una recente indagine sugli investimenti sostenibili ha rilevato che il 75% degli investitori (l’86% fra i millennial) è interessato agli investimenti sostenibili. Di questi, la maggioranza (53%) ritiene tuttavia che gli investimenti sostenibili richiedano un compromesso finanziario.

Per raggiungere un risultato positivo sostenibile non occorre sacrificare la performance. A patto che si operi correttamente. La ricerca sulla sostenibilità deve focalizzarsi sulla commercializzazione Esg. Ma anche sulla fornitura di risultati, prodotti e servizi che rispondano a significative esigenze sociali ed economiche per generare rendimento.

La domanda di ir

La domanda di strategie d’investimento responsabile è aumentata costantemente negli ultimi anni. E continuerà a crescere nel 2018. Tuttavia, diversi fattori continuano ad alimentare lo scetticismo. Ciò frena l’accettazione degli investimenti responsabili (ir) come strategie mainstream. Ad esempio, la confusione attorno alla terminologia comunemente utilizzata in relazione agli ir. I timori riguardo alla solidità della performance. Occorrerebbe inoltre che il settore nel suo complesso si impegnasse a fornire un’offerta più strutturata e trasparente.

Come funzionano gli investimenti responsabili?

Le aziende ben gestite saranno probabilmente più in grado di generare rendimenti superiori e sostenibili nel lungo periodo. Si afferma spesso che gli ir o l’integrazione di fattori ambientali, sociali e di governance (Esg) in un investimento possano produrre performance migliori. E questo punto oggi non è più messo in discussione. Tuttavia, l’enorme varietà di approcci all’investimento responsabile ha creato un clima di incertezza e scetticismo sui vantaggi in termini di performance.

Tuttavia, la domanda di strategie ir continua ad aumentare. Secondo uno studio europeo del 2016 sugli ir condotto da Eurosif, fra il 2013 e il 2015 gli attivi investiti in una vasta gamma di strategie IR sono aumentati dell’11%. Da allora tale crescita è continuata e si prevede che proseguirà ulteriormente. Si prevede ad esempio un’espansione del 30% del mercato dei green bond.

 

Teresa Scarale
Teresa Scarale
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: